Una horror house sui killer a New York, è polemica

Home»Spettacolo»Una horror house sui killer a New York, è polemica

ROMA, 25 OTTOBRE – Ci vuole davvero del fegato per entrare in un luogo dove vengono ricostruite alla perfezione le scene dei crimini più efferati con protagonisti i serial killer americani. Non è una casa degli orrori qualunque “Killers – a nightmare haunted house” , questo il nome dello spettacolo in scena a New York che promette di far accapponare la pelle ai suoi visitatori. Sangue, corpi mutilati e squartati dappertutto talmente ben realizzati da sembrare veri. Un breve quanto intenso tour che proietta gli spettatori nel mondo degli assassini seriali quali Ed Gein, l’uomo che ispirò “Il silenzio degli innocenti”, e Wayne Gacy il clown pedofilo che a Chicago violentò ed uccise decine di bambini.

Non si sono fatte attendere le polemiche per questo insolito e macabro spettacolo, tanto da insinuare il dubbio negli organizzatori su come affrontare l’evento cercando al contempo di rispettare i familiari delle vittime. “Abbiamo voluto distruggere il mito che circonda questi personaggi che prima di tutto sono delle persone disgustose e rappresentano la vergogna del genere umano” ha commentato il regista John Harlacher co-direttore del progetto.

Nonostante le controversie la horror house attende ben 35mila spettatori durante le prossime settimane, complice anche la festività di Halloween alle porte, desiderosi di “ammirare” da vicino le case da brivido di quelli che a prima vista sembravano i classici ragazzi della porta accanto e che in seguito si sono rivelati dei mostri. C’è chi esce divertito e chi allibito per le realistiche ricostruzioni che vogliono in questo modo contribuire a sottolineare come spesso la realtà superi la fantasia, portando all’attenzione della massa l’efferatezza di quei serial killer che sempre più spesso vengono visti oggi come celebrità.

Sabrina Spagnoli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.