Heather Morris si fotografa nuda con il cellulare: un hacker viola la sua privacy

Home»Spettacolo»Heather Morris si fotografa nuda con il cellulare: un hacker viola la sua privacy

ROMA, 13 Marzo – “I nudi sono belli e non c’è nulla di cui vergognarsi. Tutti dovrebbero fare degli scatti sexy purché siano di buongusto, in modo che un giorno, da anziani, si possono riguardare quelle foto e pensare “Ma il mio corpo era meraviglioso!”. Così la bella Heather Morris ha affermato qualche tempo fa. Consapevole del fisico mozzafiato e delle curve da urlo, non ha mai nascosto il suo consenso nel posare senza veli. E infatti, sembra proprio che in privato lo faccia molto volentieri. Fotografarsi nuda è una forma d’espressione, un modo come un altro per raccontare qualcosa di sé. E così, se tutti dicono: “ Il mondo è bello perché è vario”, non dovremmo preoccuparci più di tanto. Anzi, chi apprezza il proprio corpo e vuole renderlo una vera e propria opera d’arte,  è solo meritevole di stima. Poi ovviamente, c’è chi lo racconta agli altri senza problemi e chi invece preferisce tenerselo per sé; come fosse un intimo segreto da non poter rivelare.

Così la bella attrice è stata vittima di un hacker senza scrupoli. E’ entrato nella sua vita, nel suo cellulare e nella sua intimità. Ha scoperto numerose foto osè e senza neanche esitare un attimo, le ha pubblicate sul web. Non ha tenuto conto della sua sensibilità, né del fatto che, una cosa simile, avrebbe potuto ferirla. Le foto hanno ottenuto numerosi ‘like’ da parte dei navigatori della rete e tutt’ora stanno riscuotendo un enorme successo. Le immagini ritraggono la Morris in lingerie e poi completamente nuda in posizioni ammiccanti. Nessuno sospettava questo suo lato così sexy, proprio perché nel telefilm cult “Glee”, in cui interpreta Brittany S. Pears, non ne dà cenno.

La venticinquenne, al momento, non si è esposta sull’accaduto ma non si esclude che presto farà giustizia alla sua privacy. Per l’hacker non ci sarà via di scampo e i danni morali della bella attrice saranno ripagati adeguatamente.

Martina Morlè

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.