Festival di Sanremo 2012: trionfa Emma con "Non è l’inferno"

Home»Spettacolo»Festival di Sanremo 2012: trionfa Emma con “Non è l’inferno”

ROMA, 19 Febbraio – Emma con il brano “Non è l’inferno” vince il 62.mo festival di Sanremo. Podio tutto al femminile. Dopo la vincitrice Emma, al secondo posto si è classificata Arisa con il brano “La notte”, al terzo Noemi con “Sono solo parole”. Premio della critica Mia Martini a Samuele Bersani. Arisa ha invece vinto il Premio della Sala Stampa RadioTv, battendo Nina Zilli (seconda) ed Eugenio Finardi (terzo).

“Voglio dedicare questa vittoria a tutti i tecnici che hanno lavorato per noi tutto il giorno, ai musicisti e a Leandro”: l’ha detto Emma, visibilmente commossa, sul palco dell’Ariston subito dopo la vittoria al festival di Sanremo, riferendosi al cugino morto in un incidente stradale nel 2011. “Se uno è forte è forte, arriva alla gente – dice Emma – al di là dei pregiudizi, la gente è quella che comanda perché compra musica, cerchiamo di rompere questi schemi, noi dei talent ci siamo e non possiamo scomparire”. Il momento più difficile per lei è stato praticamente tutto il festival, “salire su quel palco, l’orchestra, cantare bene, affrontare le critiche”. E se lo scorso anno, seconda dietro a Vecchioni, disse “io dietro a Vecchioni tutta la vita”, quest’anno è dietro a Noemi che sarebbe arrivata volentieri, “non mi sarebbe bruciato – dice – io i dischi di Noemi li ho comprati e pure quelli di Arisa, li scarico di i Tunes”.

Che fra le tre ci sia grande sintonia si capisce subito, la conferenza stampa si è trasformata in uno scambio di battute, di risate, le tre si cimentano in alcune imitazioni: Emma imita Giusy Ferreri, Arisa canta come Malika Ayane e Noemi parla come Vasco Rossi e tutte e tre si divertono un sacco, sfottono anche i cronisti, “sono stanchi – dice Arisa a Emma – quando fai una battuta alla fine devi dire ‘è una battuta’, sennò non capiscono”.

Arisa dice: “Non ci sono stati momenti particolarmente difficili, l’unica difficoltà è stata quella di controllare la mia emotività, ogni tanto mi lascio prendere un pochino e avevo paura del tema della mia canzone”. La notte parla di un amore finito e Arisa si è lasciata da poco. Più serena Noemi: “io ho vissuto tutto con molta tranquillità, mi piaceva molto il pezzo, il testo, la musica mi rappresentava bene; io sono abituata a vivere la vita con tranquillità. Forse, l’unico momento complicato era quando dovevo scendere le scale per andare sul palco”, dice, e tutte e tre scoppiano a ridere. Arisa: “Poi vi chiedete come mai vincono le donne?”.

Dietro di loro, nei primi sei, sono arrivati la doppia coppia Berté-D’Alessio (Respirare), Carone-Dalla (Nanì) e infine Dolcenera (Ci vediamo a casa).

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.