Il cinema piange Ken Russel

Home»Magazine»Il cinema piange Ken Russel

È morto il grande regista e sceneggiatore britannico. Aveva 84 anni.

ROMA, 28 NOVEMBRE – Giorni luttuosi, questi, per il Cinema, che ha appena perso una delle sue stelle più originali e visionarie. Ad annunciarlo, dal sito del quotidiano britannico “Guardian”, il figlio Alex.

Si spegne oggi, in ospedale, all’età di 48 anni, un grande cineasta di successo, in una parabola che ha avuto inizio Southampton nel 1927, data della nascita. Corona alla sua fama internazionale è stato il film del 1969 ‘Women in Love’ (Donne in Amore), adattato dall’omonimo romanzo di D.H.Lawrence, con Glenda Jackson e Oliver Reed. Il film gli valse una serie di nomination agli Oscar, in particolare quella come miglior regista. Importante anche “The Devils”, del 1971.

Russel stravolse con le sue opere il mondo del cinema anni Settanta, divenendo ben presto il più controverso regista britannico. Ha diretto anche numerosi lungometraggi di successo, tra i quali vale la pena di ricordare “Lisztomania”, “Stati di allucinazione”, “Tommy”, ispirato all’opera rock degli Who.

Samantha Giacopelli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.