"Serata Novecento" al Teatro Vascello: in scena le fragilità dell'uomo

Home»Eventi»“Serata Novecento” al Teatro Vascello: in scena le fragilità dell’uomo

ROMA, 4 Novembre – Torna sul palco del Teatro Vascello a Roma, dopo il successo di “Adrenaline” dello scorso luglio, la Imperfect Dancers Company diretta dal coreografo Walter Matteini e da Paola Catalani. Lo spettacolo “Serata Novecento” è in scena dal 2 al 6 novembre, con due coreografie in esclusiva per l’Italia.

“IamNot”, ispirata al bestseller “Non lasciarmi” dello scrittore britannico di origine giapponese Kazuho Ishiguro, è una creazione del coreografo tedesco Olaf Schmidt, direttore del Balletto di Regensburg. Il libro – premiato dal Time come il migliore romanzo del 2005 – narra, sotto forma di flashback, una storia intensa e struggente, ambientata in un inquietante presente alternativo. Sullo sfondo della campagna inglese, nel collegio di Hailsham, completamente isolato dal mondo esterno, vive la protagonista Kathy, insieme ai suoi fratelli Tommy e Ruth. I tre ragazzi, uniti tra loro da un forte legame, non hanno mai varcato i confini del college, e non conoscono il loro destino, finché un giorno non vengono a conoscenza della dura realtà. Sono dei “donatori”, ossia dei cloni creati in laboratorio e destinati a sacrificarsi per donare i propri organi agli esseri umani. Nonostante questo, i tre protagonisti non si rassegnano al loro crudele destino e continuano a sperare in un futuro diverso. Da questa storia suggestiva è nata la creazione di Schmidt. Il coreografo tedesco “ne ha tratto delicati e appassionati movimenti che si articolano sulle musiche di Edward Grieg e Benjamin Britten” afferma Matteini, direttore della Imperfect Dancers Company.

La seconda coreografia, “Istante”, ideata dallo stesso Walter Matteini su musiche di Vivaldi, Bach e Haendel, trae invece spunto da un morbo terribile come l’Alzheimer. Il pezzo ha debuttato nel maggio scorso al Theaterhaus di Stoccarda, e dopo la tappa romana sarà in scena dal 9 all’11 dicembre al Landsburghtheater di Washington e il 10 e 11 febbraio 2012 al Festival di Groningen (Amsterdam). “Ho cercato di dare voce a questa malattia impietosa che toglie la memoria riducendo in uno stato disumano” spiega Walter Matteini. In scena quattro danzatori, tre uomini e una donna, definiti dal coreografo “anime che si incontrano per un intenso attimo in cui si risvegliano sentimenti condivisi”. Un’opera originale, che induce ad una riflessione sulla malattia, e sulla stessa fragilità della vita.

L’ensemble Imperfect Dancers Company è composta da otto eccellenti danzatori, di nazionalità italiana, spagnola e belga. La compagnia, nel giro di qualche anno, si è affermata con successo sulla scena internazionale. Dopo la tappa romana, la compagnia approderà in Tanzania su invito su invito del “Visa 2 Dance Festival” che si terrà a Dar Er Salam, e sull’isola di Zanzibar, dove metterà in scena uno spettacolo composto da due coreografie: City of Noise  di Vanessa Tamburi e Too Much Silence di Walter Matteini.

Francesca Garreffa

Orari & Info

“Serata Novecento”

2-6 Novembre 2011

dal mercoledì al sabato ore 21.00 – domenica ore 18.00

Teatro Vascello

Via Giacinto Carini, 78 (Monteverde Vecchio)
Roma

Tel: 06 5881021 – 06 5898031 – fax 06 5816623

promozione@teatrovascello.it

www.teatrovascello.it

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.