Anche Glancee finisce nella rete di Facebook

Home»Tecnologia»Anche Glancee finisce nella rete di Facebook

ROMA, 8 MaggioE’ stato un italiano Andrea Vaccari, coadiuvato da  Alberto Tretti e da canadese Gabriel Grise a creare un’App che permette, analizzando gli  interessi personali e il luogo in cui ci si trova, di proporre possibili amicizie. L’App prevede inoltre una notifica segnalando amici in ogni zona del mondo. Andrea Vaccari ha 28 anni, è veronese e si è laureato al Politecnico di Milano. Vanta un master in computer science a Chicago, uno stage presso Google e un progetto di ricerca al Mit. Dopo aver rifiutato un posto fisso a Google, nel 2010 decide di creare la propria azienda, con il nome “Glancee”.

Chi non si è lasciato scappare la novità è stato Mark Zuckerberg che alla fine ha deciso di acquistare tutta la società Glancee, proprietaria dell’applicazione e di spostarla negli uffici Facebook, insieme a tutto il personale. Le parole di Andrea Vaccari, alla vigilia del primo giorno di lavoro per Zuckerberg: “Non sapevo che avrei venduto fino a quando non ho firmato. Dopo il successo al SXSW ho ricevuto diverse proposte di investimento e allora ho cominciato a parlare con un po’ di persone. Ho avuto contatti con Google, Tagged e Facebook e altre grosse aziende del settore. Tramite ex colleghi di ricerca sono stato introdotto al director of product di Facebook Peter Deng e c’è stata subito sintonia. Avevo dei dubbi sull’effettiva possibilità di fare innovazione con così tanti utenti, ma mi hanno fatto capire che a Facebook questa idea di spingersi oltre i limiti e sperimentare è molto apprezzata. Poi Mark ha fatto il resto“.

Stefano Parisi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.