Obama 2.0: La “First House” arriva sul web grazie a Google

Home»Tecnologia»Obama 2.0: La “First House” arriva sul web grazie a Google

WASHINGTON, 3 AprilePennsylvania Avenue, numero 1600, Washington: la Casa Bianca apre le porte ai visitatori. Quella che da sempre ha ospitato il presidente degli Stati Uniti adesso diventa accessibile a tutti: si parla di un tour virtuale a 360 gradi e uno zoom che non sia quello di obiettivi fotografici.

La First Lady e il presidente Barack Obama, hanno voluto realizzare questo progetto e rendere la loro dimora un “museo” da visitare. Unica nel mondo, la “People House” potrà essere visitata direttamente attraverso un computer, grazie all’adesione della famiglia Obama al Google Art Project, avviato nel febbraio 2011 per gli appassionati d’arte e che  da più di un anno ormai ha reso i migliori musei al mondo delle vere e proprie piattaforme web visitabili direttamente dal proprio pc. Il Metropolitan, il Van Gogh Museum e il Moma sono alcuni musei che hanno scelto di appartenere al project work googoliano.

Immagini ad alta definizione grazie alle telecamere Street View, ed inoltre un maxi zoom sulle opere d’arte esposte nella casa presidenziale, come i ritratti di Lincoln, Kennedy e Washington. Fino a qualche tempo fa, ben 2,5 milioni di persone sono state ospitate per il “tour presidenziale” all’interno della casa. Ad oggi i numeri cambiano, vista l’adesione al progetto: tutto il pianeta può accedere e ammirare, basta essere on-line.

Le telecamere di Google saranno discrete il più possibile, senza invadere le stanze private  della first family, anche perché il progetto non ha intenzione di assumere le sembianze di un Grande Fratello, ma mettere in mostra le bellezze del palazzo. E come afferma Michelle Obama, “questa è anche casa vostra”.

VIDEO| LA PRESENTAZIONE DELLA CASA BIANCA

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.