Nuovo progetto italiano invade il mercato: nasce QIP, il sistema per i pagamenti tramite cellulare

Home»Magazine»Nuovo progetto italiano invade il mercato: nasce QIP, il sistema per i pagamenti tramite cellulare

ROMA, 12 Marzo – Sarà presto sul mercato QIP (Quick Image Payment), la rivoluzione tecnologica, frutto di un progetto tutto italiano, che permetterà di effettuare transazioni attraverso smartphones, con l’utilizzo dei QR-Code.

Così, mentre la tecnologia NFC per i pagamenti via cellulare stenta a decollare, una soluzione alternativa sembra essere già  arrivata per il Mercato Italiano ed Europeo: la Able One Systems, una società informatica con sede a Latina, ha infatti lanciato QIP, un rivoluzionario sistema per i pagamenti in mobilità, che consentirà a chiunque di effettuare acquisti e trasferimenti di denaro con il solo utilizzo del cellulare, ovunque vi sia semplicemente la copertura GSM e con la massima sicurezza garantita da complessi algoritmi di cifratura a protezione dei dati sensibili.

Il Mercato offre infatti già diverse soluzioni per effettuare questo tipo di  transazioni, ma QIP è andato decisamente oltre: gli smartphones diventeranno POS e Carta di Credito e, con la stessa applicazione, ciascun dispositivo potrà essere usato sia per pagare (Buyer) che per ricevere denaro (Seller). Inoltre il Sistema QIP ha il vantaggio di impiegare solo tecnologie già esistenti, collaudate ed affidabili, proprio a partire dai QR-Code, i codici bidimensionali che ormai troviamo su volantini cartacei, riviste e pagine web promozionali. Tali codici vengono generati direttamente dal cellulare del venditore e acquisiti, attraverso la fotocamera del dispositivo, dal compratore che dovrà quindi confermare il pagamento digitando un codice PIN di sicurezza. La transazione verrà poi elaborata dal server QIP in pochi secondi ed entrambi gli interessati riceveranno una dettagliata conferma dell’ avvenuta operazione.

Secondo le stime di Gartner (leader mondiale nella consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo dell’Information Technology), il valore complessivo delle transazioni mobili è cresciuto del 75,9% in un anno, passando da 35 miliardi di euro nel2010 a61,8 miliardi di euro nel 2011. Ed, entro il 2014, si prevede che l’m-payment arriverà a valere 360 miliardi di euro, trainato dal crescente successo degli smartphones. Pertanto QIP sembra offrire l’occasione perfetta per far decollare un settore che rappresenta il futuro e che non sembra risentire della crisi.

VIDEO| QIP MOBILE PAYMENT

Chiara Cavaterra

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.