Caricare lo smartphone con il respiro. Sarà possibile con la nuova maschera Aire

Home»Magazine»Caricare lo smartphone con il respiro. Sarà possibile con la nuova maschera Aire

ROMA, 7 Marzo – Con il sonno da oggi in poi non solo potremo ristorare il fisico e la mente ma potremo anche alimentare i dispositivi elettronici. Respirando mentre si dorme potremo infatti produrre energia rinnovabile per caricare gli smartphone o qualunque altro piccolo dispositivo che comunemente usiamo nella nostra giornata.

Il tutto sarà possibile grazie all’invenzione del designer brasiliano Joao Paulo Lammoglia, premiato al Red Dot Award, manifestazione dedicata al design e all’innovazione. La sua idea è stata quella di inventare Aire, una maschera che converte l’energia eolica, prodotta mentre dormiamo con il respiro, in energia elettrica per caricare piccoli dispositivi elettronici. Nella maschera ci sono delle turbine che convertono l’energia e la trasmettono, attraverso un cavo, al dispositivo. Al mattino il dispositivo sarà carico e non avremo sprecato altre forme di energia. Il giovane designer, che ha progettato Aire, ha precisato che la maschera potrà essere usata anche in altre situazioni, al chiuso o all’aperto, mentre camminiamo, corriamo o leggiamo un libro. Un’idea innovativa che pensa anche all’ambiente. Aire sfrutta, infatti, una delle tante forme di energia rinnovabili e potrà consentire di minimizzare il danno ambientale. Non resta dunque che aspettare che qualcuno decida di finanziare questa stravagante, ma sembrerebbe utile, invenzione.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.