Coca-Cola fa chiudere il blog CocaColla.it : c’è chi lo reputa un errore di marketing

Home»Magazine»Coca-Cola fa chiudere il blog CocaColla.it : c’è chi lo reputa un errore di marketing

ROMA, 24 FebbraioCocaColla.it, il blog dedicato all’arte e al design, blocca tutte le pubblicazioni e quindi chiude i battenti. La grande multinazionale Coca-cola ha pensato che l’assonanza con il loro marchio fosse troppo simile diffidando del portale in rete. Per l’azienda americana, il brand Coca-cola potrebbe essere associato al blog, contestando anche una volontà contraffattoria.

I gestori di CocaColla.it, hanno consultato i loro avvocati e dopo una lotta tra pro e contro della questione, hanno vinto i contro, portando ad assecondare la compagnia americana, cedendo la registrazione del marchio. Un possibile battaglia legale contro la gigantesca multinazionale, si dimostrerebbe insostenibile dal punto di vista economico. Il 5 marzo 2012 il blog dovrà abbandonare salutare il marchio, mandando in “pensione” troppo presto, questa identità, e nonostante quanto stia accadendo, i membri di CocaColla.it hanno ideato una campagna-supporto su Twitter#supportcocacolla), per diffondere maggiormente quanto accaduto.

C’è chi reputa quello dell’azienda americana, un enorme errore di marketing, piuttosto inaspettato da un brand come Coca-cola, con alle spalle diversi anni d’esperienza nel campo delle vendite e dell’advertising, soprattutto se si tratta di indurre alla chiusura un blog che ti venera. Il perché del nome CocaColla è una miscela tra colla, elemento fondamentale per un’artistica basilare ma anche della streeart, e Coca-cola, da sempre simbolo della cultura pop e della pubblicità come distruttrice della concorrenza.

Sarebbe stato corretto e più etico da parte dell’azienda, mandare una lettera ai ragazzi responsabili del blog, cercando un accordo che magari includesse la sponsorizzazione e una campagna per il proprio marchio. Se CocaColla.it chiude, potrebbero essere in tanti a reputare sbagliata l’azione attuata da Coca-cola, tanto da smettere di acquistare la bevanda, soprattutto se la campagna- supporto su Twitter dovesse prendere piede cospicuamente. I ragazzi del blog però non si danno per vinti e rincuorano i loro followers: “Stiamo già lavorando ad una nuova identità”.

GUARDA L’INTERVISTA A UNO DEI FONDATORI DI COCACOLLA

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.