Megaupload: libero su cauzione il fondatore Kim Dotcom

Home»Magazine»Megaupload: libero su cauzione il fondatore Kim Dotcom

AUCKLAND, 22 FebbraioKim Dotcom, fondatore del sito di file-sharing Megaupload, è stato liberato su cauzione dalla giustizia neozelandese. Kim Schmitz, questo il suo vero nome, tedesco 38enne, era stato arrestato lo scorso 20 gennaio ad Auckland, in Nuova Zelanda, insieme ad altri tre responsabili del sito, accusato di violazione di copyright. “Mi sento sollevato – commenta Dotcom – perché ora andrò a casa a rivedere la mia famiglia, i miei tre bambini e mia moglie che è incinta”.

Anche l’ultimo dei tre responsabili è dunque uscito dal carcere, nonostante più volte si è visto negare la libertà su cauzione in quanto considerato dal giudice Nevin Dawson “a rischio fuga”. Ed è stato proprio il giudice Dawson ad autorizzare il rilascio, poiché le autorità statunitensi, che chiedevano l’estradizione di Dotcom, hanno sequestrato tutti i beni in suo possesso: milioni di dollari, un parco auto numeroso e un elicottero privato. Per Dotcom, quindi, non c’è nessuna possibilità di lasciare la Nuova Zelanda. Schmitz è stato riaccompagnato nella residenza dove si trovava al momento della cattura e non gli sarà permesso di allontanarsi per più di 80 km. Inoltre gli viene negato qualsiasi accesso a Internet e sarà controllato a distanza, così da non poter sfruttare i suoi conti all’estero e i suoi passaporti.

Il founder di Megaupload attenderà in questo modo il processo che potrebbe condannarlo all’estradizione negli USA, ma sia lui che il suo avvocato, Paul Davison, hanno affermato che lotteranno contro questa possibilità: “Dobbiamo aspettare – afferma Davison – la richiesta del governo statunitense, con i documenti collegati, e allora lo valuteremo e ci prepareremo all’udienza”.

Augusto D’Amante

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.