Acqua alta a Venezia, la soluzione arriva in 3D

Home»Magazine»Acqua alta a Venezia, la soluzione arriva in 3D

ROMA, 16 GennaioIl problema dell’acqua alta, nella splendida Venezia, potrebbe avere una soluzione. Uno studio dell’Università di Padova, sembra abbia trovato la ricetta che a prima vista potrebbe sembrare pura fantascienza.

Il  team, guidato dal Professore Gambolati, docente di scienze applicate, sta preparando un progetto in 3D. Costruendo 12 pozzi attorno alla città, per un diametro di 10 Km, Venezia dovrebbe  sollevarsi, nel giro di 10 anni, di 25/40 cm. I pozzi, iniettando acqua ad una profondità di 600/1000m, fungerebbero da leva per un sollevamento uniforme della città lagunare.

Realtà o fantascienza? Secondo il professore Gambolati realtà. Il costo dell’operazione si aggira intorno ai 200/300 milioni di euro. Il  progetto sarà complementare con la costruzione del MOSE, le dighe mobili, il cui completamento dei lavori è previsto per il 2015.

Con ansia aspettiamo i risultati del progetto. A quanto pare per salvare un sito patrimonio culturale dell’umanità, siamo disposti anche all’uso della fantascienza.

Giancarlo Lettera

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.