Google Maps: per Android ora è anche indoor, ma solo in Usa e in Giappone

Home»Tecnologia»Google Maps: per Android ora è anche indoor, ma solo in Usa e in Giappone

ROMA, 04 DICEMBRECon la nuova versione di Google Maps per Android 6.0 il popolare servizio di geolocalizzazione si aggiorna ed entra anche in edifici pubblici e privati. Questo tipo di funzione, per ora sul mercato giapponese e statunitense, sfruttando le connessioni 3G o Wifi ed il GPS, localizza la posizione dell’utente e individua tutti i negozi e i servizi più vicini.

Con il progetto alle battute iniziali, Google ha avviato una partnership con vari marchi commerciali, aeroporti e stazioni ferroviarie negli Stati Uniti e in Giappone: Macy’s, Ikea, con i gestori degli scali internazionali di San Francisco, Chicago e Narita e con la compagnia ferroviaria del Sol levante, Tokyu. Perdersi nei meandri di un centro commerciale o tra un corridoio e l’altro di un aeroporto mentre si è alla ricerca del gate o del deposito bagagli sarà solo un lontano ricordo. Da pochi giorni, Google ha lanciato sul mercato statunitense e su quello giapponese un aggiornamento di Google Maps che include le mappe di grandi magazzini, aeroporti e grandi stazioni ferroviarie. La nuova versione, almeno per il momento, è pensata esclusivamente per smartphone e tablet che hanno installato il software Android. Come per il tradizionale Maps, un puntino azzurro indica la posizione dell’utente nello spazio e gli consiglia il percorso più veloce per trovare il bar preferito, il negozio di souvenir o la toilette. E non è tutto. Quando ci si sposta da un piano all’altro, l’interfaccia si aggiorna automaticamente. Gli sviluppatori hanno ottenuto questo risultato usando un approccio analogo a quello di My Location per gli spazi esterni ma modificato in modo tale da mappare anche gli interni. Oltre ai centri commerciali, saranno successivamente mappati anche gli aeroporti: al momento il servizio è attivo in 18 aerostazioni, tra cui quelle di San Francisco, Chicago, Las Vegas, Houston, Atlanta e Seattle. Tuttavia, forse quello che si stanno chiedendo gli utenti è se la nuova versione di Google Maps verrà estesa anche ai prodotti di Apple come iPhone e iPad nonché ai computer.

Per i prossimi mesi sono attese ulteriori novità e l’aggiunta di altre mappe di edifici pubblici e privati. I gestori interessati non dovranno fare altro che dare il loro consenso a Google per la mappatura.

Alessia Ribezzi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.