Sesso: i 30enni sono i meno soddisfatti a letto

Home»Salute»Sesso: i 30enni sono i meno soddisfatti a letto

LONDRA, 9 MaggioI trentenni sono i meno soddisfatti a letto, inappagamento che non riguarda i 50enni che risultano nel pieno fiorire dell’attività sessuale. E’ il risultato del Sex Census 2012 effettuato in Inghilterra su 25mila persone e pubblicato sul DailyMail. Il sondaggio rivela che il 25% delle coppie la cui età va dai 30 ai 39 anni è infelice sessualmente a causa delle preoccupazioni economiche, il lavoro e i figli che portano via molte energie a discapito della vita sessuale.

Le incombenze da neogenitori che allontanerebbero dalle “lenzuola” riguardano il 35% del campione esaminato. Altri ruoli anti-sesso sono esercitati dalla depressione e da una scarsa autostima estetica. Ma la felicità sotto le lenzuola, paradossalmente, torna dopo i 50 anni. Infatti le coppie che hanno tra i 50 e i 59 anni di età dichiarano il 52% di appagamento sessuale con una minuscola percentuale, soltanto il 5%, che dichiara di non essere felice a letto.

L’indagine è stata finanziata in Uk dal Charity Relate and the Ann Summers shop Chain. Paula Hall, sessuologa tra i promotori del sondaggio, ha spiegato “le troppe responsabilità e i tanti problemi mettono in difficoltà la sessualità dei trentenni. Le pressioni degli impegni e delle responsabilità influenzano negativamente la felicità sotto le lenzuola. Ha influito molto anche la crisi economica e gli effetti della recessione sulla serenità coniugale.

Resta comunque importante evidenziare quanto sia fondamentale non rinunciare mai alla propria sessualità e sforzarsi per promuovere l’appagamento all’interno della coppia. Uno degli elementi rilevati, infatti, e’ che i 30enni lamentano tutti di voler fare più sesso. Un consiglio potrebbe essere quello di strappare più tempo al lavoro e dedicarlo al proprio partner. Una delle scoperte più sorprendenti del sondaggio e’ che il 19% degli ultrasettantenni usa i social network per incontrare qualcuno disponibile a una “scappatella” contro solo il 13% del gruppo 50-59 anni.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.