Arriva nelle farmacie italiane la pillola dei cinque giorni dopo

Home»Salute»Arriva nelle farmacie italiane la pillola dei cinque giorni dopo

ROMA, 2 AprileDa oggi si potrà acquistare tranquillamente la pillola dei 5 giorni dopo nelle farmacie italiane. La pillola, già commercializzata in molti paesi europei con il nome di EllaOne dall’azienda Hra Pharma, ha subito ritardi dovuti alla preoccupazione riguardo alle eventuali conseguenze di un uso ripetuto. Il principio attivo del farmaco, l’ulipristal, va ad alterare la maturazione secretiva dell’endometrio (e quindi lo rende meno funzionale), e a ritardare l’ovulazione a livello ovarico, causando l’effetto contraccettivo. Questo è quello dedotto dalla Commissione Tecnico-Scientifica dell’Aifa.

La stessa commissione esprime la propria preoccupazione per quanto riguarda le conseguenze che si potrebbero avere dopo un uso ripetuto del farmaco, in quanto ancora non si ha la certezza degli eventuali danni ed effetti collaterali possibili dopo l’assunzione continuo del farmaco. Ma i dubbi sono stati superati grazie all’intervento del Consiglio Superiore della Sanità, che ha dato un parere positivo e ha previsto una prescrizione legata solo alla presentazione di un test di gravidanza negativo basato sul dosaggio dell’HCG beta.

Il nuovo farmaco per la contraccezione post-rapporto funziona in base allo stesso meccanismo del levonorgestrel, la pillola del giorno dopo, che in realtà ha un’efficacia di 72 ore. In questo caso, l’efficacia si prolunga di altri due giorni, senza la comparsa di segni collaterali degni di nota. Non si tratta di un farmaco abortivo, come la RU486, ma di un anticoncezionale, che ha un effetto anti-progesterone inibendo temporaneamente i meccanismi dell’ovulazione. Il farmaco, come la pillola del giorno dopo, ha effetto se quando viene assunto non è ancora avvenuta la fecondazione: per questo la certezza sulla sua efficacia tende a diminuire con il passare dei giorni. La prescrizione avviene solo previo test di gravidanza negativo: non è permesso somministrarla in caso di gravidanza in atto.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.