Diabete tipo2: l’intervento chirurgico più efficace dei farmaci

Home»Salute»Diabete tipo2: l’intervento chirurgico più efficace dei farmaci

ROMA, 30 Marzo – Recentemente, secondo uno studio condotto dall’equipe del Dottor Francesco Rubino del Weill Cornell Medical College, e dalla Dott.ssa Geltrude Mingrone dell’università Cattolica di Roma, è stato appurato che l’intervento chirurgico è il metodo più efficace per combattere il diabete di tipo2. Avendo così un risultato migliore rispetto ai trattamenti farmacologici. Secondo lo studio, dopo due anni dall’intervento, la malattia dovrebbe andare in remissione nella maggior parte dei casi.

La ricerca, che è stata anche pubblicata sul New England Journal of Medicine, è stata condotta su 60 pazienti di Roma suddivisi in tre gruppi, con gravi problemi di obesità e diabete avanzato. Il primo trattato con i farmaci, il secondo trattato con bypass gastrico, e il terzo con diversione bilopancreatica. A due anni dagli interventi, il primo gruppo non ha avuto alcuna remissione, mentre il diabete è scomparso del 75% nel secondo e del 95% nel terzo. Secondo Rubino, l’intervento è un trattamento a bassissimo rischio, e aiuta a migliorare i valori di glucosio e colesterolo nel sangue.

L’ effetto positivo dell’intervento, non è solo l’ingente perdita di peso dovuta a quest’ultimo, ma nei meccanismi che coinvolgono la produzione di ormoni. La scoperta è mirata principalmente ai pazienti che non rispondono positivamente alle cure farmacologiche, spiega la dottoressa Mingrone, la quale aggiunge, che per i pazienti che rispondono bene alle cure tradizionali non c’è la necessità di ricorrere all’intervento. Secondo ulteriori studi su scala europea, una piccola percentuale dei pazienti riesce a restare al di sotto dei valori massimi prefissati, per chi supera quel limite, la migliore cosa da fare, è ricorrere all’operazione.

Stefano Roselli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.