Calciomercato Roma: Zeman vittima di un complotto. Blanc e Ancelotti nel futuro prossimo della 'Magica'

Home»Roma»Calciomercato Roma: Zeman vittima di un complotto. Blanc e Ancelotti nel futuro prossimo della ‘Magica’

L'addio prematuro del tecnico ha lasciato un vuoto incolmabile in quel di Trigoria

ROMA, 6 FEBBRAIO – L’addio prematuro dell’incompreso Zeman ha lasciato un vuoto incolmabile in quel di Trigoria. Quel sogno accarezzato nella torrida estate romana è svanito in un mezzogiorno gelido di febbraio, dopo la debacle interna della Roma contro il Cagliari della strana coppia Pulga-Lopez.

Ieri l’ultimo saluto a tifosi, squadra e dirigenti nel quartier generale della ‘Magica’. Pacche sulle spalle e sorrisi di cortesia, ma la tensione era impressa nei volti dei protagonisti come un’incisione in rilievo.

Il tecnico boemo è l’ennesimo capro espiatorio di un progetto “a stelle strisce” che stenta a decollare. La prima vittima illustre fu Luis Enrique, che dopo un’inizio sfavillante venne spodestato dai malumori interni allo spogliatoio. Un anno dopo la storia si ripete. I protagonisti del ribaltone sono sempre gli stessi: qualche prima donna corteggiata da top club di Oltremanica e qualche dirigente in rotta di collisione con il ds Sabatini, pronto a trasferirsi in Liguria sponda Samp al termine della stagione.

Ieri il neo-tecnico Andreazzoli ha diretto il primo allenamento a Trigoria, affiancato dal ‘core giallorosso’ Roberto Muzzi. L’ex vice di Spalletti traghetterà la Roma sino al termine della stagione, poi cederà il testimone ad uno tra Laurent Blanc e Carletto Ancelotti. La seconda ipotesi potrebbe trasformarsi in realtà nel caso in cui Josè Mourinho lasci il Real Madrid per trasferirsi sotto la Torra Eiffel.

L’esonero di un genio incompreso come Zeman è ingiustificabile. Il suo calcio champagne è poesia per noi inguaribili romantici del pallone,  ma nella vita moderna contano solo i numeri. Il boemo aveva il sacrosanto diritto di chiudere la stagione 2012-2013, primi di conoscere la sentenza dei dirigenti giallorossi sul suo futuro. Ahimè, così non è stato.

Arrivederci maestro Zdenek…

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.