Ordinanza antidegrado a Roma: nessuna multa a chi mangia panini

Home»Roma»Cronaca»Ordinanza antidegrado a Roma: nessuna multa a chi mangia panini

ROMA, 8 OTTOBRE“I nostri vigili non disturberanno mai chi ha un panino in mano perché non ha senso. La nostra è un ordinanza anti-degrado e non anti-panino”. Così ha esordito il sindaco di Roma Gianni Alemanno in merito alle polemiche scaturite dall’emanazione dell’ordinanza anti-bivacco nelle piazze e strade del centro storico.

Il sindaco, infatti, ha fatto un sopralluogo a Piazza di Spagna, raccogliendo bottiglie vuote e altra spazzatura che viene lasciata sui gradini della Scalinata. “Certa gente ha deciso di fare dei flash mob davanti al Campidoglio, dicendo che noi non volevamo far consumare bevande o alimenti lungo le strade di Roma. Niente di più falso. Ho fatto un giro per la città per dimostrarvi la necessità di questa ordinanza anti-degrado”. Così il sindaco spiega le sue ragioni in un video pubblicato sul suo blog.

Da Piazza di Spagna a Trinità dei Monti Alemanno ha trovato una quantità elevata di rifiuti abbandonati di ogni genere. Ma il Sindaco ci tiene a puntualizzare che i vigili hanno il dovere di rispettare una circolare ben precisa, ma non devono disturbare chi è seduto, chi mangia un panino o ha una bibita in mano, ma devono stare attenti affinché non vengano lasciate cartacce o sporcizia in giro. Il Sindaco conclude affermando che i provvedimenti presi dalla polizia locale di altre Capitali europee e non, come Vienna, Parigi e Tokyo, sono molto più severi di quelli presi qui in Italia e a Roma. Infatti qui la Polizia si limita a fare delle semplici multe, che è il minimo per chi non rispetta la pulizia della propria città e imbratta i monumenti, patrimonio artistico e culturale del mondo intero. A Roma, invece, per una logica da bivacco della sinistra, il modo di reprimere questi atti vandalici non viene calcolato nel giusto modo, disprezzandolo per forza.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.