Roma, Borghesiana: prostituta picchiata e bruciata

Home»Roma»Cronaca»Roma, Borghesiana: prostituta picchiata e bruciata

ROMA, 13 SETTEMBRE – L’hanno presa a calci e pugni, poi l’hanno cosparsa di liquido infiammabile e data alle fiamme. È successo nella notte tra l’11 ed il 12 Settembre alla Borghesiana a Roma. La vittima è una prostituta romena di 22 anni ora ricoverata all’ospedale Sant’Eugenio in condizioni molto gravi. La22enne ha ustioni di terzo grado su oltre la metà del corpo.

Secondo le prime ricostruzioni, era passata mezzanotte quando in via Rocca Cencia, nel quartiere romano della Borghesiana, due persone hanno avvicinato una rumena, una prostituta che era lì in strada, l’hanno picchiata con violenza facendola cadere a terra. Sulla donna hanno cosparso del liquido infiammabile e le hanno dato fuoco, fuggendo successivamente. Subito soccorsa dalle altre prostitute presenti con lei nella strada è stata trasportata in condizioni gravissime nel vicino ospedale di Sant’Eugenio. In prognosi riservata, con ustioni di terzo grado su oltre metà corpo, la ragazza è in gravissime condizioni. Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione di Roma Tor Bella Monaca e del Nucleo operativo della compagnia di Frascati. Si cerca di fare luce sul perché di tale gesto e ovviamente di risalire all’identità dei due che hanno compiuto questo gesto.

Il mondo della politica commenta tale gesto di atrocità: “Il grave fatto di sangue avvenuto questa notte alla Borghesiana è l’ennesima dimostrazione di come la prostituzione a Roma sia sempre più un fenomeno dilagante e in crescita – dichiara il segretario del Pd Roma, Marco Miccoli -. Ricordiamo appena un mese fa una manifestazione dei cittadini dell’Eur contro la prostituzione imperante nelle strade del quartiere, dopo quella svolta in IV municipio sullo stesso tema. Occorre prendere atto che la piaga della prostituzione è molto spesso legata alla criminalità organizzata e al racket. E’ necessario ora dare impulso alla lotta, che non è solo di ordine pubblico, contro questo fenomeno sempre più diffuso sulle strade di Roma. Intanto auspichiamo che le forze dell’ordine facciano luce sull’accaduto per risalire agli autori del barbaro gesto”.

Il vicesindaco di Roma, Sveva Belvisio, commenta così:”Non ci sono parole adeguate per definire tanta atrocità. Picchiare barbaramente una donna, cospargerla di liquido infiammabile e darle fuoco è quanto di più macabro una folle mente criminale possa concepire. Alla ragazza va la mia vicinanza e quella dell’intera Amministrazione, con l’augurio che le sue condizioni al momento gravissime possano migliorare quanto prima”.

“Un atto che lascia attoniti e inorriditi – aggiunge Belviso –ringrazio i carabinieri della compagnia di Tor Bella Monaca e del nucleo operativo della compagnia di Frascati per il loro intervento e per il lavoro d’indagine che stanno compiendo in queste ore. Auspico – conclude – che quanto prima si faccia chiarezza per sapere se questa atrocità perpetrata ai danni della ragazza sia aggravata dal suo essere vittima di tratta sessuale. Una volta individuati, mi auguro ancora che ai responsabili vengano assegnate pene certe e severe”.

Marina Mignano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.