Incendio a Roma Nord, fumo anche su San Pietro

Home»Roma»Cronaca»Incendio a Roma Nord, fumo anche su San Pietro

ROMA, 31 LUGLIO Momenti di paura a Roma Nord, in zona piazzale Ammiraglio Bergamini, viale degli Ammiragli, nel quartieri Trionfale a causa di un vasto incendio che ha investito ieri pomeriggio parte di una collina, sulla quale si trovano anche alcune abitazioni. L’incendio è iniziato intorno alle 19:30 di lunedì. Inizialmente le fiamme erano circoscritte, ma poi si sono allargate, arrivando ad interessare un fronte di 500 metri lungo la collina di Monte Ciocci. Alcuni residenti, vedendo la situazione, hanno preferito abbandonare le loro abitazioni.

Circa 100 persone hanno preferito scendere in strada, sottraendosi al fumo e alle fiamme ravvicinate. I residenti hanno definito l’incendio impressionante. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco. Questi ultimi hanno messo in campo anche un elicottero e quattro autopompe. Una grande quantità d’acqua è stata riversata nella zona. I vigili del fuoco hanno invitato i residenti a rimanere in casa, per non dover fare i conti con il forte fumo.

Prime ipotesi sulle cause: “Sembra che tutto sia partito da un petardo lanciato nel sottobosco della Villa di via Domizia Lucilla al civico 51, adiacente all’Istituto agrario, che confina nella parte bassa con il parco di Monte Ciocci, che scende verso Prati” afferma, Alex Achille, capo ufficio stampa del Nucleo volontario emergenza della Protezione civile del Lazio. “Il nostro nucleo Nve Protezione civile regionale si è recato sul posto alle 19.30 – spiega – mettendo in sicurezza la Villa e i suoi abitanti, subito allontanati dalle fiamme”.

Il fumo e la cenere sono arrivati a lambire San Pietro e l’odore di bruciato è arrivato fino alle zone centrali della città. Su molte zone della città è caduta la cenere dell’incendio che ha colpito Monte Ciocci, a Roma nord, e che si è spostato verso via Anastasio II.

E l’incendio porta con sé anche le prime polemiche. Alcuni residenti della zona riferiscono che le fiamme sono scoppiate intorno alle 19, ma per circa mezz’ora nessuno è intervenuto. “I soccorsi – dicono – sono arrivati troppo in ritardo”. Polemiche anche sullo stato in cui versava Monte Ciocci. “È un parco abbandonato all’incuria – raccontano gli abitanti di via De Cristofori – qui un piano del comune doveva occuparsi della manutenzione del verde ma non è mai partito niente”. Ma il consigliere di Roma Capitale e presidente della Commissione Bilancio del comune Federico Guidi replica: “I lavori sono in pieno svolgimento e termineranno entro i primi mesi del 2013. Sono previsti, oltre l’attrezzatura al parco, anche degli accessi pedonali sulle zone interessate oggi dall’incendio. Valuteremo – ha aggiunto Guidi – se vi sono stati danni all’area interessata dai lavori. Il cantiere proseguirà a lavorare sperando che non ci siano stati danni che ritarderebbero le date di consegna”.

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.