Stalking per le vie di Roma: arrestato il maniaco che tagliava i capelli alla ex

Home»Roma»Cronaca»Stalking per le vie di Roma: arrestato il maniaco che tagliava i capelli alla ex

ROMA, 30 LUGLIO – Quattro anni d’inferno per la donna ecuadoriana perseguitata dal suo ex fidanzato. Uno stalking violento e più ossessivo del solito quello subìto dalla 48enne, operatrice sanitaria, da parte dell’ex compagno, un infermiere di 43 anni.

La loro relazione, nata sul posto di lavoro, è durata un solo anno di serenità; dal secondo i primi cenni di evidenti problemi nella coppia, provocati maggiormente dall’atteggiamento dell’uomo nei riguardi della compagna. Sbalzi d’umore, scatti d’ira talvolta violenti e insulti frequenti da parte del 43enne, hanno giustamente fatto sorgere dubbi nella donna sulla continuazione della loro relazione divenuta ormai pesante e invivibile. Le intenzione della donna sono sembrata fin da subito chiare all’uomo, che in tutti i modi ha cercato di impedire che la storia finisse, sino ad arrivare a pesanti minacce e violenze frequenti.

Ha tentato di ucciderla e perseverato con numerose minacce di morte, aggredendola fisicamente e costringendola a cambiare le proprie abitudini quotidiane e a vivere in un perenne stato d’ansia. L’ultima aggressione, è avvenuta ieri notte verso le 23:00 davanti casa della vittima. Lo stalker si è recato davanti casa della vittima in via Nera cospargendo la strada antistante l’abitazione della donna e obbligandola a salire sulla propria autovettura, dove in seguito l’avrebbe picchiata e addirittura tagliato qualche ciocca di capelli. Una telefonata al 112 ha impedito al maniaco di compiere atti più osceni di quelli già commessi: i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli e della Compagnia Speciale, sono prontamente intervenuti disarmando e immobilizzando l’uomo.

La donna, tornata alla propria libertà, è stata trasportata all’Umberto I di Roma e poco dopo dimessa con una settimana di prognosi per le lesioni riportate, mentre l’uomo una volta arrestato, è stato condotto al carcere Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.