Tragedia a Roma: somministrato latte in vena ad un neonato, morto

Home»Roma»Cronaca»Tragedia a Roma: somministrato latte in vena ad un neonato, morto

ROMA, 23 LUGLIOTragico errore al San Giovanni di Roma dove un bimbo, nato prematuramente, ha perso la vita. Al piccolo infatti è stato iniettato del latte piuttosto che la soluzione fisiologica.

Sua madre, una donna filippina, era alla trentesima settimana di gestazione quando ha cominciato ad avere le contrazioni e così ha deciso di andare al Grassi di Ostia, dove ha partorito. Ma viste le condizioni di salute del piccolo, prematuro di dieci settimane, i medici decidono il trasferimento di madre e figlio al San Giovanni e il ricovero nel reparto di Neonatologia, dove il piccolo avrebbe dovuto ricevere tutte le cure intensive di cui aveva bisogno. Ma, appena ricoverato, qualcosa non è andato per il verso giusto. Il bambino ha cominciato a stare male ed è morto.

Sulla vicenda, per giorni, è calato un silenzio totale. Fino a quando qualcuno dalla direzione dell’ospedale si è accorto che nella cartella clinica di quel bambino qualcosa non quadrava e ha deciso di presentare una denuncia alle autorità competenti. La Procura ha aperto immediatamente un’inchiesta e ha iscritto sul registro degli indagati i nomi di una dozzina di medici.

Oltre a far luce su eventuali errori sanitari, l’indagine dovrà chiarire anche se ci sono state omissioni e il tentativo di insabbiare l’accaduto da parte del personale. Nei prossimi giorni verrà ascoltata dagli inquirenti anche la madre del piccolo per capire perché non ha denunciato l’accaduto.

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.