Calciomercato Roma: pressing su Insigne, per Gago l’offerta che non convince

Home»Roma»Calciomercato Roma: pressing su Insigne, per Gago l’offerta che non convince

ROMA, 7 Giugno – “Sono sicuro che Zeman vorrebbe allenare ancora Insigne. Non so ancora sela Roma vuole però realmente il giocatore. Sabatini non mi ha mai contattato, ma su questo non c’è problema perché Roma è una piazza molto gradita. Ma ci devono essere i presupposti per un accordo tra il Napoli e il club giallorosso. Siamo in attesa della decisione del Napoli, la prossima settimana mi incontrerò con Bigon per capire i piani della società. Il presidente De Laurentiis stravede per Lorenzo, che sa di non avere il posto da titolare al Napoli, ma vuole semplicemente avere la possibilità di giocarsi qualche chance”.

A parlare, Antonio Ottaiano, procuratore appunto di Insigne. Per il giovane talento del Pescara, molto dipenderà dalle decisioni di De Laurentiis. Il patron azzurro ha infatti già accolto con scetticismo i sondaggi di Sabatini per Edu Vargas. Scarso interesse? Probabile. Se così, a rimanere a bocca asciutta sarà proprio Zeman, che desidera più che mai portare Insigne in giallorosso. Certo, la stagione di calciomercato è ancora lunga. Come al solito, tutto da vedere.

Intanto, si pensa agli altri possibili colpi. La Romapunta al riscatto di Gago, ma il Real rifiuta. La cifra offerta è infatti troppo bassa, 3 milioni di euro. Gli spagnoli ne chiedono 7, e non cedono. I contatti di ieri fra Baldini e Josè Angel Sanchez, direttore esecutivo del Real Madrid, ne sono la conferma. Niente di fatto per ora, i giallorossi dovranno mettere sul piatto una contropartita più sostanziosa. Unica reale speranza, la volontà dello stesso Gago di rimanere alla Capitale.

Storia diversa per Higuain. Il Pipita ha fatto sapere ai propri agenti di voler restare al Real, rifiutando di netto le offerte di Juventus, Paris Saint Germain e Chelsea. Avanzano infine le trattative sul fronte brasiliano. A Zeman interessano in particolare Dodò e Leo Castan, entrambi difensori del Corinthians. Per il secondo sorge comunque il problema del passaporto comunitario, difficile che arrivi occupare la casella destinata agli “extra”.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.