Polemiche sulla nuova discarica di Roma: Ornaghi contrario, Carandini si dimette

Home»Roma»Cronaca»Polemiche sulla nuova discarica di Roma: Ornaghi contrario, Carandini si dimette

ROMA, 24 Maggio – Il prefetto Giuseppe Pecoraro ha deciso, con l’appoggio del Presidente del Consiglio Monti, di dare il via ai lavori che creeranno una nuova discarica a Roma, a 700 metri da Villa Adriana. Il premier Monti ha confermato la propria fiducia a Pecoraro che da sempre si è dimostrato disponibile alla temporanea (dicono), discarica di Corcolle, ignorandone ovviamente i danni.

Il ministro dei beni culturali Lorenzo Ornaghi e Annamaria Cancellieri hanno preteso un approfondimento da parte del consiglio dei ministri. Alemanno e l’intera provincia di Roma hanno confermato nuovamente il loro no a Corcolle, ma a quanto pare il presidente della regione Lazio non disdegna le decisioni di Pecoraro: “Si va verso una soluzione a questo problema, finalmente”. E’ così che esordisce la Polverini di fronte gli attacchi di un intero governo, o quasi, riguardo la questione.

Il ministro Ornaghi si ribadisce contrario a questa situazione creata dal Prefetto e obbligato ad accettare le dimissioni dell’ex presidente del Consiglio superiore dei beni culturali Andrea Carandini: “Esistono limiti di tolleranza. Questa è la goccia che ha fatto traboccare il mio vaso”. Ma Pecoraro non cambia le carte in tavola e afferma che su uno studio effettuato dall’Università di Tor Vergata, la zona di Corcolle è considerata la migliore per il sito provvisorio che dovrà sostituire la maxidiscarica di Malagrotta. Ma gli ambientalisti non la pensano esattamente così: la fascia protetta di Villa Adriana risiede a soli 700 metri dalla nuova discarica, spiega Legambiente, ma il punto peggiore della questione è che sotto il sito è situato il condotto dell’acqua che disseta la Capitale. Ornaghi non cede, e crede fermamente che il Paese non possa permettersi altre critiche internazionali, per di più giustissime se dovessero giungere.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.