Atac: premio a 10 dipendenti perché protagonisti di gesti di solidarietà

Home»Roma»Cronaca»Atac: premio a 10 dipendenti perché protagonisti di gesti di solidarietà

ROMA, 23 MaggioAtac, l’ azienda di mobilità capitolina, premia 10 dipendenti che si sono distinti per azioni di particolare rilevanza sociale a favore della cittadinanza. L’evento si è svolto nelle storiche vernicerie di via Prenestina, in presenza del sindaco Gianni Alemanno, l’assessore alla mobilità, Antonello Aurigemma, e Carlo Tosti, amministratore delegato di Atac SpA.

Si tratta del primo evento People Care, servizio istituito nel 2011 con Atac, che gestisce un nuovo sistema premiale destinato ai dipendenti. L’obiettivo è quello di gratificare i comportamenti virtuosi dei lavoratori Atac che hanno avuto un riconoscimento da parte dei clienti, dell’opinione pubblica o dell’azienda.

La premiazione annuale è riservata a quei dipendenti che durante l’anno vengono conferiti di encomi e di encomi speciali. Il tutto avviene in accordo con la Direzione Customer Care e la Direzione Centrale Risorse Umane, sulla base delle segnalazioni esterne ed interne all’azienda, sia da parte dei clienti che dei colleghi, previa verifica del curriculum aziendale del dipendente,

Dall’agosto del 2011 ad aprile 2012 sono stati registrati 52 casi di encomi speciali e tra questi sono stati selezionati i 10 premiati. Dieci persone, dieci storie che raccontano le giornate ordinarie e straordinarie di lavoratori che – a dir loro – fanno ”semplicemente il proprio dovere”: Luigi Calderari – capolinea; Claudio Tatananni – autista; Daniele Pozzoni – operaio; Carlo Amantini – operaio; Franco Colangeli – autista; Giovanni Pagnano – autista; Nunzio Petroni – operatore di stazione; Giuliano Di Rado – autista; Fabio Rota Basoni – Autista; Francesca Inglese – amministrativa.

Qualche esempio?

Nunzio Petroni, operatore di Stazione che “durante il turno di lavoro non esitava a intervenire con estrema prontezza, recuperando una persona che, scesa sui binari, stava tentando di togliersi la vita. Azionando, inoltre, le leve di chiusura emergenza dei segnali di stazione, evitava il sopraggiungere dei convogli”

Luigi Calderari, capolinea che “in servizio, prestava sostegno e assistenza ad un bambino di 4 anni, che vagava da solo, smarritosi a piazza Fermi. Avendolo notato ed accortosi della pericolosità di tale situazione, si è preso amorevolmente cura del piccolo sino all’arrivo dei genitori”.

Claudio Tatananni, autista , che “durante il turno non esitava a intervenire con estrema prontezza in una situazione particolarmente drammatica, salvando una donna che stava per gettarsi nel Tevere”.

Fabio Rota Basoni, autista che “in servizio, non esitava ad intervenire in soccorso di due donne, madre e figlia di colore, che per motivi ignoti, venivano aggredite da un gruppo di giovani teppisti a bordo della vettura”.

I dieci dipendenti Atac premiati potranno usufruire o di una settimana di soggiorno per due persone nell’albergo del Dopolavoro Atac Conca D’Oro di Roccaraso o di 15 ingressi per due persone nello stabilimento balneare di Ostia del Dopolavoro Atac. Peccato nessun un premio in busta paga.

Marzia Fanciulli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.