Parlamentari denunciano taxi abusivi a Roma, vengono ignorate dai Carabinieri

Home»Roma»Cronaca»Parlamentari denunciano taxi abusivi a Roma, vengono ignorate dai Carabinieri

ROMA, 22 MaggioLa paradossale avventura, si è svolta nella mattinata, precisamente attorno alle 11.00 a Roma, Piazza dei Cinquecento, di fronte alla stazione Termini. Coloro che sono alla fine diventate le protagoniste della vicenda sono le parlamentari Anna Paola Concia (Pd) e Donatella Poretti (Radicali), che hanno provveduto a raccontare personalmente l’esperienza, alla Camera.

Le due Signore raccontano: “Siamo arrivate alla stazione dopo aver viaggiato insieme, e mentre ci avviavamo alla fila dei taxi (a Piazza dei Cinquecento), dove c’èrano già in attesa altri cittadini e turisti, siamo state affiancate da tassisti abusivi”. “Taxi, taxi” proponevano gli autisti ad alta voce, “la proposta era anche particolarmente allettante – continuano le parlamentari – visto che la lista d’attesa dei taxi ufficiali era lunga diversi metri”.

Concia e Poretti rifiutano l’offerta, e al contrario cercano un carabiniere per poter denunciare la presenza dei  taxi abusivi, che avendo capito l’antifona non aspettano un minuto di più, prima di dileguarsi e scomparire nel traffico cittadino. Al militare che era li di servizio, le due parlamentari spiegano quanto accaduto, ma la risposta del carabiniere è stata del tutto inaspettata: “Abusivi? Io non vedo nessuno. Voi invece datemi i documenti”.

Secondo quanto raccontato, Concia e Poretti mostrano senza esitare le tessere di Montecitorio e Palazzo Madama: “Il carabiniere ha iniziato a verbalizzare segnando i nostri dati”. La Poretti a quel punto sorridendo esclama “Sono cose da pazzi, che fa, ora denuncia noi?”. Aggiungono le due Parlamentari “Il carabiniere a quel punto ha iniziato a chiedere la collaborazione di uno dei tanti curiosi, per ipotizzare forse, una denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale”.

E ancora aggiungono le frasi dette dal militare “Lei ha visto che la signora mi rideva in faccia?”. Nel frattempo si era creata una folla, ma di verbalizzare la presenza degli abusivi denunciata dalle signore nemmeno per sogno. A qual punto le due sbottano dicendo “Ci ridia i documenti, presenteremo un’interrogazione alla Camera, sugli abusivi a Termini”. Il carabiniere a tale affermazione avrebbe risposto “Ah già, voi lo potete fare, voi siete la casta”.

Martina Tirico

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.