Roma: due tifosi juventini accoltellati dopo la finale di Coppa Italia

Home»Roma»Cronaca»Roma: due tifosi juventini accoltellati dopo la finale di Coppa Italia

ROMA, 21 Maggio – Notizie che lasciano sempre l’amaro in bocca. Ieri notte due tifosi della Juventus sono stati accoltellati a Roma subito dopo la finale di Coppa Italia. Il primo episodio di violenza si è verificato intorno all’1.30 a piazza Trilussa, Trastevere. Un 36enne di Cuneo ha detto di essere stato aggredito da sette supporter del Napoli mentre aspettava un taxi insieme a degli amici. I tifosi juventini presenti con l’uomo ferito al momento dell’aggressione hanno riferito di essere stati malmenati con dei bastoni ricavati da rami d’albero. Il supporter bianconero ha riportato una ferita d’arma da taglio alla gamba e si trova attualmente al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito, con prognosi di dieci giorni. L’altro accoltellamento ha avuto luogo verso le 3 all’altezza di Lungotevere Salvo d’Acquisto, vicino lo stadio Flaminio.

Un 24enne di Velletri, tifoso della Juve, ha raccontato di essere stato accerchiato da un gruppo di napoletani che gli hanno imposto di togliersi il giubbotto con il logo della squadra. Il giovane è stato colpito con un coltello a un braccio. Gli aggressori sono immediatamente scappati con lo stesso giubbotto, nel cui interno c’era anche un cellulare. Su entrambe le aggressioni indagano i carabinieri.

Fatti che appunto feriscono, per non dire uccidono, lo sport. Una notizia simile, infatti, svilisce e mortifica il momento di festa legato alla finale di Coppa. Brutalità gratuita? Purtroppo sì, e chiaramente ingiustificata. Moralismi di bassa lega a parte, si tratta di episodi vergognosi. Che si spera sempre non si ripetano. Anche se poi accadono in maniera quasi sistematica.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.