La finale di Coppa Italia non salta, raggiunto accordo tra Roma Capitale e Lega Calcio

Home»Roma»Cronaca»La finale di Coppa Italia non salta, raggiunto accordo tra Roma Capitale e Lega Calcio

ROMA, 17 Maggio – Grazie all’accordo tra Roma Capitale e Lega Serie A, le spese delle navette riservate ai numerosi tifosi che vorranno assistere alla finale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli saranno a carico del Comune di Roma. Il problema era sorto a causa del rifiuto dell’Atac di mettere a disposizione, a titolo completamente gratuito, gli autobus di propria pertinenza. L’accordo tra Roma Capitale e la Lega Serie A ha previsto che quest’ultima contribuirà alle spese delle navette versando l’1% del totale ricavato dalla vendita dei biglietti presso i centri anziani di Roma.

Proprio su tale scelta ha voluto porre l’accento il sindaco della città capitolina, Gianni Alemanno, affermando: “D`accordo con la Lega e le due finaliste abbiamo scelto i centri anziani di Roma come destinatari di un contributo che, per la prima volta in assoluto, rappresenta una forma di risarcimento per i disagi che la cittadinanza subisce a causa dello svolgimento di manifestazioni sportive come queste”. L’intesa tra Roma Capitale e Lega Serie A, di cui è pervenuta notizia ieri sera, era stata preceduta, nel pomeriggio, dall’avviso del questore di Roma Francesco Tagliente che, rivolgendosi alle istituzioni cittadine, aveva paventato la mancanza delle condizioni di sicurezza derivanti dall’eventuale assenza delle navette per l’Olimpico.

L’incontro di domenica sera, per Tagliente, avrebbe rischiato di essere annullato qualora fossero mancate le condizioni di sicurezza. Nel fax inviato al Viminale, al Prefetto di Roma, al Campidoglio e all’Atac, aveva tuonato il monito del questore: “O l’Atac fornisce le navette per i tifosi che andranno alla finale di Coppa Italia o non ci sono le condizioni per far disputare la partita”. Fortunatamente, le istituzioni della capitale hanno accolto le parole del questore, pertanto, domenica sera l’incontro si svolgerà regolarmente. Dall’accordo si evince la volontà di scongiurare ulteriormente lo scenario ipotizzato dal questore, disponendo altresì l’impiego della polizia locale, anch’essa garantita da Roma Capitale.

Vincenza Accardi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.