Bufera sulle romane. Lazio e Roma di nuovo sconfitte

Home»Roma»Bufera sulle romane. Lazio e Roma di nuovo sconfitte

ROMA, 26 Aprile – Una Lazio che deve far bene i propri conti. I biancocelesti crollano al Piola contro il Novara e tornano a casa incassando un 2 a 1 che decisamente pesa sul terzo posto. Prestazione scarsa e demotivata quella dei ragazzi di Reja, ma il ct non si rassegna. “È solo”, commenta, “un periodo in cui ci gira male: domenica abbiamo preso un gol nel recupero dopo quattro rimpalli, oggi abbiamo creato 5-6 palle-gol ma non le abbiamo trasformate. Non so più a che santo votarmi. E c’è stato anche il gol annullato”.

Il goriziano si riferisce all’evidente fuorigioco di Kozak che la terna all’inizio aveva convalidato. “In tanti anni non mi è mai capitata una cosa del genere. Il gol l’avevano dato, poi non so chi ha detto che cosa e il guardalinee Altomare è tornato indietro”. Parole ferme, che Tesser non condivide. “Aver cambiato idea fa soltanto loro onore. Avessero convalidato un gol chiaramente irregolare, ci avrebbero penalizzato. Così, non è stato tolto nulla a nessuno, tantomeno alla Lazio. È stata fatta giustizia”.

Neanche la Roma se la passa troppo bene. I giallorossi perdono 1 a 2 in casa con la Fiorentina, e tifosi puntano seriamente il dito contro Luis Enrique. Dopo l’iniziale sostegno all’arrivo in campo dei giocatori il match si è infatti concluso tra fischi e insulti. “Tranquilli, oggi è un giorno in meno dalla mia partenza. Se è quello che volete, andrò via”, risponde rassegnato l’asturiano in conferenza stampa. Un uomo vero lo sono già. Ma devo essere anche un allenatore vero. Ho tanta fiducia in me stesso, mi mancano i risultati. Per la Roma arriverà il momento dei trionfi, io le auguro esiti altissimi”. Affermazioni più che mai chiare. A Trigoria è il momento di voltare pagina.

“Luis Enrique è bravo ma sfortunato. Io lo sostengo. Ma se la Roma mi dice che vuole un allenatore per vincere lo scudetto, sarò il primo a sostenere quello e a voler mandare via Luis Enrique”, rincara in proposito Baldini.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.