Lama Lamela squalificato tre giornate per lo sputo a Lichsteiner

Home»Roma»Lama Lamela squalificato tre giornate per lo sputo a Lichsteiner

ROMA, 24 Aprile – Altra brutta tegola per la Roma. Lo sputo di Lamela a Lichsteiner durante il match con la Juve non passerà inosservato. Naturalmente. Il gesto del centrocampista giallorosso, seguito all’espulsione di Marchisio, è stato infatti considerato indegno e antisportivo, e costerà all’argentino tre giornate di squalifica nonché il 30% in meno della mensilità lorda. La ripresa tv è del resto inequivocabile, ritraendo il gesto del romanista e lo svizzero urlare: “Mi ha sputato”. La Roma ha deciso di non avviare ricorso.

“Le immagini televisive”, afferma Tosel, giudice sportivo che sta seguendo il caso, “documentano che, nelle circostanze segnalate, il calciatore giallorosso, nella zona centrale del campo ed a notevole distanza dall’azione di giuoco in svolgimento, si avvicinava al calciatore bianconero e gli indirizzava, presumibilmente reagendo ad una irridente gestualità dello juventino, uno sputo…Nessun provvedimento disciplinare veniva adottato dal Direttore di gara in quanto, come precisato su richiesta di questo ufficio con e-mail delle ore 11.16 odierne, l’accaduto era sfuggito alla sua attenzione. Non sussistendo alcun dubbio circa l’intenzionalità del gesto compiuto dal calciatore romanista – prosegue Tosel -, un gesto biasimevole che per consolidato orientamento interpretativo conforme al dettato dell’IFAB, integra gli estremi di quella ‘condotta violenta’ che, se ‘non vista’ dall’Arbitro, rende ammissibile la ‘prova televisiva’….Per questo motivo si delibera, in relazione alla segnalazione del Procuratore federale, di sanzionare il calciatore con la squalifica per tre giornate effettive di gara”. Parole chiarissime, che lasciano poco spazio a repliche.

Lamela risponde attraverso una nota ufficiale. “Si scusa con i suoi tifosi, con i compagni di squadra, con l’allenatore e con l’avversario per l’increscioso episodio”.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.