Roma: detenuti del carcere di Rebibbia a servizio della città

Home»Roma»Cronaca»Roma: detenuti del carcere di Rebibbia a servizio della città

ROMA, 24 Aprile – Si tratta di un’iniziativa promossa dal Ministero della Giustizia e dal Comune di Roma e presentata ufficialmente oggi al Teatro Marcello dalla Severino e da Alemanno, dopo due anni di sperimentazione mossa e accolta da con grande successo. Finalmente il tempo dei detenuti del carcere di Rebibbia verrà ben impiegato, per riqualificare aree verdi e siti archeologici della loro città.

Il progetto dal nome Ras, Recupero Ambientale e Sociale, partirà infatti domani a Roma, concentrandosi in particolare su 33 aree verdi e archeologiche, sparse dal centro alle periferie della città, tra cui i Fori Imperiali, le Terme di Traiano, il Mausoleo di Augusto, Villa Pamphili, Villa Torlonia, Villa Borghese e il Circo Massimo. Durerà un anno, periodo per il quale, 17 uomini e una donna, dedicheranno 4 ore al giorno per 5 giorni a settimana del loro tempo.

E’ bene chiarire che questi 18 detenuti non si improvviseranno nella manutenzione di queste importanti aree monumentali e sacre per la città eterna. E’ infatti dal 2009 che seguono ben tre corsi di formazione, in giardinaggio, sicurezza sul lavoro e storia dell’arte, a cura della Sovrintendenza comunale. Durante la presentazione dell’iniziativa oggi, il Ministro della Giustizia ha precisato che: “ci sono persone che vengono recuperate alla vita sociale: il lavoro socialmente utile è utile non solo per chi lo fa ma anche per chi gode dei risultati. Il cittadino comprende che si può uscire dal carcere migliorati. Noi crediamo che questo sia il futuro dell’emergenza carceri”.

Norma Pasi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.