Maxi sequestro nei campi rom della Capitale. Centinaia le auto requisite

Home»Roma»Cronaca»Maxi sequestro nei campi rom della Capitale. Centinaia le auto requisite

ROMA, 23 AprileLa notte romana è stata scenario di un maxi sequestro di auto rilevate in alcuni campi nomadi della Capitale. L’operazione, coordinata dal sostituto procuratore Carlo Lasperanza è frutto di un anno di fitte indagini. Nate da accertamenti su incidenti stradali in cui i conducenti si erano dati alla fuga, le investigazioni hanno fatto chiarezza su una serie di vetture prive di assicurazioni. Le automobili erano intestate a dei prestanome –un totale di 200 per 5000 veicoli- e in seguito rivendute da questi senza passaggio di proprietà a individui sui quali pesava il ritiro della patente e precedenti penali.

Tra le auto e i suv sequestrati, le forze dell’ordine hanno avviato procedure di requisizione anche su varie targhe contraffatte e documenti amministrativi. Intanto, trecento agenti di 12 Gruppi Territoriali, del Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale, del Gruppo Sicurezza Urbana e del Gruppo Intervento Traffico, coordinati dal vicecomandante Antonio Di Maggio, proseguono nelle operazioni di controllo in campi nomadi di Castel Romano, Salone, Villa Gordiani, Monachina, Salviati, Cesarina, Candoni, Tor de Cenci, Baiardo, Ortolani e Arco di Travertino.

Il sindaco Gianni Alemanno si è dichiarato soddisfatto del successo dell’operazione; elogiando il lavoro delle forze dell’ordine ha evidenziato che è stata “un’indagine complessa che ha consentito di portare alla luce una truffa ai danni delle assicurazioni e un elemento di pericolosità legato alla fornitura di auto per la manovalanza criminale”.

Michela Donatelli

Fonte immagine: romacapitalenew.com

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.