Rubano in casa dei vicini e poi lanciano refurtiva dalla finestra, arrestati

Home»Roma»Cronaca»Rubano in casa dei vicini e poi lanciano refurtiva dalla finestra, arrestati

ROMA, 18 AprileDue pregiudicati romani di 35 e 38 anni hanno rubato in casa dei propri vicini, gettando poi la refurtiva dalla finestra per non farsi sorprendere dalla polizia. E’ accaduto ieri in pieno giorno in un abitazione in via Calpurnio Pisone, zona Tuscolana a Roma. Approfittando dell’assenza del vicino, i due ladri si sono introdotti nell’abitazione, appartenente allo stesso palazzo in cui abitano anche loro stessi.

I due hanno sfondato la porta d’ingresso aiutandosi con un divaricatore idraulico e si sono intrufolati all’interno indisturbati. Alcuni condomini, insospettiti dai rumori, hanno immediatamente chiamato il 113. Ma in poco tempo e’ giunta sul posto l’autoradio del Commissariato Tuscolano, diretto da Domenico Sannino. Gli agenti hanno trovato l’appartamento appena visitato dai ladri completamente a soqquadro. Mentre stavano effettuando un controllo ai vari piani, un uomo ha aperto la porta di un appartamento dello stabile, che da subito è apparso molto preoccupato e agitato per la presenza della polizia nel palazzo. Questo atteggiamento ha insospettito gli agenti della polizia che hanno notato a terra all’ingresso del suo appartamento alcuni oggetti d’oro e una pompa idraulica in bella mostra. Subito i poliziotti sono entrati nell’appartamento e hanno sorpreso un altro uomo che cercava di nascondersi sotto il letto della camera.

Di fronte agli agenti, i due uomini hanno più volte guardato verso una finestra ed è bastato poco a far capire agli agenti che i due uomini avevano gettato nei giardini condominiali una sacca con dentro gli attrezzi per lo scasso e la refurtiva. I responsabili poi hanno cercato di sfuggire all’arresto, ma invano. Recuperato il bottino, restituito subito ai legittimi proprietari, gli agenti hanno poi arrestato i due per furto aggravato, denunciando poi uno dei due per resistenza a pubblico ufficiale.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.