Corpo di bambino trovato nel Tevere: potrebbe essere il piccolo Claudio

Home»Roma»Cronaca»Corpo di bambino trovato nel Tevere: potrebbe essere il piccolo Claudio

ROMA, 30 Marzo – Nella giornata di ieri, intorno alle 14.30, il cadavere di un bambino è stato rinvenuto nelle acque del Tevere, nei pressi del molo del Circolo Tre Nodi di Fiumicino. Ad avvistare per primi il corpicino, che era incagliato su un galleggiante per l’attracco dei battelli, sono stati due ragazzi di Roma, che stavano rientrando da un’uscita in barca.

Con molta probabilità si tratterebbe del corpo del piccolo Claudio, il bimbo che il 4 febbraio scorso era stato gettato nelle gelide acque del Tevere dal padre, il ventiseienne romano di nome Patrizio Franceschelli. Il bambino era stato lanciato da ponte Mazzini, dopo essere stato sottratto dal padre alla famiglia della ex compagna, in quel momento ricoverata in ospedale a causa delle contusioni derivanti proprio da un litigio con l’uomo.

L’analisi del Dna fornirà naturalmente la risposta ultima a un interrogativo che in realtà equivale ad una mezza certezza. Infatti, sebbene il corpo sia in avanzato stato di decomposizione, sarebbero stati individuati alcuni elementi utili all’identificazione del corpo nei vestiti indossati dal bambino e nelle stesse fattezze.

Il luogo è stato raggiunto dalla polizia, dal 118 e dai vigili del fuoco, che hanno provveduto, insieme ai sommozzatori a trarre dalle acque il corpo del bambino. Non ancora del tutto rassegnata, la madre del bambino ha affermato: «Spero ancora che non sia lui. Nutro ancora la speranza che anche tra tre o quattro anni possa bussare alla porta di casa e rivederlo cresciuto». La donna, sotto shock, è animata da un forte desiderio di giustizia nei confronti dell’uomo.

Vincenza Accardi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.