Niente più centurioni dal Colosseo, parte la rivolta dei figuranti

Home»Roma»Cronaca»Niente più centurioni dal Colosseo, parte la rivolta dei figuranti

ROMA, 30 Marzo – Dal prossimo 6 Aprile i finti centurioni romani dovranno spogliarsi delle loro maschere. L’ha deciso il soprintendente ai Beni Archeologici della Capitale, Maria Rosa Barbera.

Il decreto è stato manato proprio oggi, scatenando così l’ ”ira funesta” di tutti i figuranti che ogni giorno occupano la zona che si estende intorno al Colosseo e ai Fori Imperiali. Chiedono quindi di incontrare i rappresentanti del Comune per raggiungere una soluzione al problema, come ad esempio una certificazione scritta, nero su bianco, che definisca il loro mestiere e lo renda effettivamente legale.A chiederlo sono padri di famiglia, con mogli e figli a carico, che contano su quest’unica entrata alla fine del mese. Ma si tratta anche di ragazzi senza nessun’altra alternativa, che si vedono sottratti la possibilità di un futuro meno incerto.

Stessa guerra è stata avviata ai camioncini di bibite e panini e ai venditori ambulanti di souvenir, anche detti “urtisti”. Sembra però diversa la loro situazione, dal momento che queste figure, al contrario dei Gladiatori, sono tutelate da delle autorizzazioni certificate emanate oltre 30 anni fa dallo stesso Comune di Roma, con il benestare delle Sovrintendenze. L’obbiettivo di questa task force, che prevede la collaborazione continua della Polizia di Roma Capitale, è quello di ottenere una città più decorosa e un centro storico più vivibile, per i cittadini, ma anche per i turisti, che, bisogna però ammettere, sono sempre molto attratti e divertiti da questi simpatici personaggi nostrani.

Norma Pasi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.