Alemanno: nuovi piani di sicurezza contro l’antisemitismo

ROMA, 23 Marzo – In occasione della veglia di commemorazione in ricordo delle vittime di Tolosa, celebrata nella sinagoga di Roma, il sindaco, Gianni Alemanno, ne ha approfittato per ricordare che la Capitale, così come tutte le principali città d’Europa, devono riflettere sul fatto che l’Antisemitismo è una minaccia reale e ancora molto attuale.

Per questo Alemanno ha annunciato di aver cominciato a pensare seriamente a dei nuovi piani di sicurezza, relativi soprattutto alla zona della Sinagoga e del Ghetto, con la stretta collaborazione delle stesse comunità ebraiche, come lui stesso ha raccontato: “si sta lavorando con la comunità ebraica per creare nuove misure strutturali di sicurezza che rimangano per sempre a difesa del quartiere ebraico e di tutta la sinagoga. Saranno misure permanenti, a difesa in particolare delle scuole perché dobbiamo difendere i bambini e non abbassare la soglia di attenzione”.

In primo luogo, ha sottolineato il Primo Cittadino, preme la sicurezza dei più piccoli, e proprio ad uno di loro si è poi dedicato il resto del suo discorso, Stefano Gay Tachè, vittima nel 1982 dell’attentato alla Sinagoga di Roma, per il quale è in corso una battaglia, da parte dell’intera comunità ebraica e non solo, per l’inserimento del suo nome nell’elenco delle vittime del Terrorismo.

Norma Pasi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>