Roma: traffico in tilt per visite di stato. Per Alemanno ci vuole più sobrietà

Home»Roma»Politica»Roma: traffico in tilt per visite di stato. Per Alemanno ci vuole più sobrietà

ROMA, 22 Marzo – “Per depositare un’ importantissima corona non si può bloccare Roma. Ho scritto al comandante militare per fare un nuovo protocollo”. Sono le parole, postate su Twitter, del sindaco di Roma Gianni Alemanno indignato per la i disagi che ieri si sono vissuti nel centro della Capitale.

Ieri mattina, infatti, ancora una volta il traffico nel centro di Roma è andato in tilt. A causare i disagi questa volta è stata la visita di stato del presidente della Repubblica di Malta e della sua scorta. A pagare sono stati i cittadini imbottigliati in lunghe fila nelle loro auto. Quella di ieri è una situazione che non deve più verificarsi. Per questo Alemanno ha chiesto che quando ci sono delle visite di stato il Governo preveda un cerimoniale più sobrio perché ha detto “non si può paralizzare il traffico di un’intera città”. Il primo cittadino ha precisato che “non c’è nessuna responsabilità del presidente, che accogliamo con grande amicizia” e ha poi aggiunto che “d’intesa con i nostri ospiti si può organizzare qualcosa di meno impattante per il traffico della città che ieri è rimasto bloccato”.

Dall’opposizione non si sono lasciati sfuggire l’occasione per accusare Alemanno anche in questa circostanza. Marco Miccoli, segretario romano del Pd, ha affermato: “Alemanno impari ad organizzare la città. Governa la Capitale d’Italia e non un paesino qualsiasi: se non è in grado, lo ammetta”.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.