La Lazio perde a Catania ma resta terza. Fiducia rinnovata a Reja

Home»Roma»La Lazio perde a Catania ma resta terza. Fiducia rinnovata a Reja

ROMA, 19 Marzo – Mantenere il terzo posto e conquistare la Champions. Questi i due imperativi di Reja nonostante l’1 a 0 subìto a Catania. “Non è ancora finita, siamo ancora li e vogliamo restarci. Gli scontri diretti contro Napoli ed Udinese determineranno le sorti della mia squadra. Dobbiamo essere pronti perché certe sfide saranno decisive sia per noi sia per le nostre avversarie e noi dobbiamo arrivarci con determinazione e con molta più cattiveria. Voglio rivedere la rabbia delle settimane passate. Ora sono tutti a caccia del terzo posto, noi dobbiamo difenderlo a tutti i costi.”, commenta feroce il tecnico. La grinta sembra quella giusta per ripartire. Del resto il campionato inizia essere agli sgoccioli.

Fiducia nel ct friulano anche da parte di Lotito. “Il tecnico non è in discussione”, dichiara il presidente, “quelle su Zola sono state solo voci inventate. E non è vero che mi sto guardando attorno, il gruppo ha ritrovato il giusto equilibrio a andrà avanti così perché è competitivo e può centrare l’obiettivo del terzo posto per il quale spenderemo ogni energia. Il rammarico per la sconfitta esiste, ed è grande, ma penso che sapremo riprenderci in fretta. Certo adesso la squadra deve capire l’importanza del momento e riprendere il discorso che si è interrotto. Il campionato entra nella fase decisiva e noi dovremo essere pronti a giocare le nostre carte”.

“Siamo stati condannati da un episodio, una rete realizzata da un difensore e scaturita sugli sviluppi di un calcio piazzato. Credo che un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, invece torniamo a casa con una sconfitta. E questo ci dispiace molto”, afferma in conclusione il patron biancoceleste.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.