Inchiesta Vigili Urbani: per Corsetti sono poche le mele marce

Home»Roma»Cronaca»Inchiesta Vigili Urbani: per Corsetti sono poche le mele marce

ROMA, 15 Marzo Il I Municipio di Roma è stato teatro di un caso di malaffare, un mercato nero di licenza. A essere coinvolti in questo losco giro cinque vigili urbani, i quali saranno chiamati a rispondere al reato di concussione per presunte mazzate.

Tempo fa i commercianti del municipio, si recarono dal presidente Orlando Corsetti denunciando il mercato illegale di licenze. Raccontarono di una compravendita amministrata “da un’agenzia di un professionista che tratta le licenze sospese che nel I Municipio sono circa 40. I commercianti mi hanno parlato anche di un tariffario: con cifre tra i 130 e i 150 mila euro si poteva acquistare e riattivare licenze una parte della somma, tra i 20 mila e i 30 mila euro, veniva riscossa con assegni, il resto poi in nero. Non mi hanno mai detto che si trattasse di vigili urbani”. Cosi ha dichiarato ieri Corsetti in Procura.

Il presidente però non crea allarmismi sull’integrità della polizia municipale: gli indagati sono stati definiti “poche mele marce”. Corsetti stesso, effettuò nel gennaio scorso una segnalazione alla Guardia di Finanza riguardo l’esistenza di un presunto mercato parallelo. Al momento si occuperà di stendere un dossier sulle licenze sospese.

Michela Donatelli

Fonte immagine: ilmessagero.it

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.