Luis Enrique e l'attacco sterile giallorosso: segna solo Borini

Home»Roma»Luis Enrique e l’attacco sterile giallorosso: segna solo Borini

ROMA, 13 Marzo – Alla Roma serve una scossa. Anzi, uno scossone. Il periodo è difficile per Luis Enrique, la squadra non si riprende e soprattutto in attacco le falle sono molteplici. Fortunatamente, qualcosa da salvare c’è. Si chiama Borini. 8 gol in 10 partite, l’emiliano è l’unica certezza per i giallorossi. In particolar modo con Totti, Bojan, Osvaldo e Lamela che per il momento di segnare non vogliono saperne. Non più di tanto, perlomeno. Ed è dunque l’attaccante a fare in modo che i capitolini rimangano ancora sesti in classifica e a 7 punti dal terzo posto.

“Fabio è un potenziale campione, potrebbe essere la sopresa della Nazionale al prossimo Europeo…”, dichiara Carlo Ancelotti, che lo ha allenato al Chelsea. “E’ un bravo ragazzo che gioca bene a pallone. Ha fiuto del goal, velocità, cattiveria: sapevo sarebbe esploso. Il suo segreto? Non soffre la pressione e questo nonostante sia ancora molto giovane. Per lui vedo una carriera vincente, ricca di soddisfazioni”. La nuova bandiera della Roma? Ora come ora difficile a dirsi, solo il tempo parlerà. Certo è che il 21enne ha stoffa da vendere, è infaticabile.

L’attestato di stima viene anche da Destro. “Io in giallorosso con Borini? Sicuramente sarebbe una grandissima piazza ed avere un compagno di reparto come lui, un amico, penso che sarebbe molto bello. Luis Enrique punta molto sui giovani e credo sia importante, far crescere i giovani e responsabilizzarli. E’ una cosa fondamentale”, afferma l’attaccante, che probabilmente entrerà a far parte del nuovo progetto Roma.

Luca Siliquini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.