Norme più incisive per la prostituzione. Cancellieri e Alemanno d’accordo

Home»Roma»Politica»Norme più incisive per la prostituzione. Cancellieri e Alemanno d’accordo

ROMA, 2 Marzo – Serve qualche norma più incisiva sulla prostituzione. È questo il monito lanciato dal ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri. “Sulla prostituzione abbiamo le armi spuntate” ha detto e ha auspicato che venga fatto qualcosa per contrastare un fenomeno che fa da volano ad altri fenomeni malavitosi, come è quello dello spaccio di droga.

Intervenuta al convegno dell’Anci sulla sicurezza urbana, la Cancellieri ha parlato del tema sempre caldo della prostituzione e ha affermato che “bisogna affrontare il problema in modo più laico ed incisivo”. “La politica deve fare una discussione seria – ha concluso – perché gli strumenti che abbiamo non sono adeguati. Servirebbe qualche strumento giuridico più efficace”.

Pienamente d’accordo sulle posizioni espresse dal ministro dell’Interno è il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “È da anni che chiedo che il Parlamento approvi una legge per contrastare il fenomeno della prostituzione. Solo le ordinanze dei sindaci sono insufficienti e anche a Roma, nonostante i buoni risultati raggiunti, si fa fatica a sradicare definitivamente il fenomeno”. “La prostituzione in strada – sottolinea Alemanno – è un fenomeno di grande inciviltà e un grave danno per la dignità delle persone, in particolare delle donne, ma anche uno dei veicoli più penetranti del crimine organizzato e della delinquenza sul territorio. Per questo mi auguro che il Governo e il Parlamento, attraverso la sollecitazione del ministro Cancellieri, riescano ad approvare rapidamente una norma di legge che introduca reati penali contro la prostituzione in strada”.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.