Roma: si allarga l’inchiesta sulle tangenti ai vigili urbani

Home»Roma»Cronaca»Roma: si allarga l’inchiesta sulle tangenti ai vigili urbani

ROMA, 1 Marzo – Si allarga a macchia d’olio l’inchiesta sulle tangenti che coinvolgerebbe alcuni Vigili Urbani del Primo gruppo di Roma e lo stesso comandante del Corpo, Angelo Giuliani. L’incontro che, infatti, il sindaco Alemanno ha avuto in procura con il procuratore Capaldo per chiarire la vicenda, non ha avuto nessun esito positivo.

Il problema centrale riguarda il fatto che Alemanno non ha ricevuto le risposte che si aspettava. Nulla in grado di far luce su una vicenda dai contorni assai opachi, condita di veleni e manovre ancora tutte da chiarire. Questa situazione preoccupa molto il sindaco, il quale l’ha detto in modo esplicito al magistrato, cercando di ricavare ogni informazione utile a prevenire eventuali sviluppi rischiosi per l’amministrazione. L’unica cosa che è riuscito a ottenere, però, è la conferma che almeno per il momento Giuliani non è indagato. È dunque impossibile chiedere le sue dimissioni.

Nel frattempo, nella giornata di oggi, l’imprenditore Bernabei, che ha fatto partire tutta l’inchiesta, è stato ascoltato per cinque ore dai pm. Sono, infine, stati indagati ed interrogati dai magistrati altri tre agenti, per cercare di ricostruire il sistema tangenti nel centro storico.

Luca Martano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.