Roma, San Lorenzo: giovani spacciatrici arrestate, nascondevano la droga nei contatori della luce

Home»Roma»Cronaca»Roma, San Lorenzo: giovani spacciatrici arrestate, nascondevano la droga nei contatori della luce

ROMA, 21 Febbraio – San Lorenzo, via dei Volsci. Due giovani ragazze sono state arrestate questa mattina per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. S.M e M.C., 24 e 23 anni, entrambe romane, erano state notate da alcuni poliziotti mentre, passeggiando in via dei Volsci, vendevano marijuana ad alcuni passanti. La Squadra Mobile di Roma ha poi rinvenuto 500grammi di marijuana nascosti nei contatori della luce in uno stabile di via degli Equi.

L’ARRESTO

Il fermo è avvenuto dopo che due agenti, presentatisi in abiti borghesi e fingendosi potenziali acquirenti, hanno attirato l’attenzione delle due giovani. Non sospettando nulla, S.M. e M.C. avrebbero quindi proposto ai due poliziotti l’acquisto della marijuana. Rivelata la loro identità, i due agenti hanno trattenuto le ragazze e si sono fatti condurre nel palazzo di via degli Equi, dove, in diversi vani dei contatori elettrici, era nascosta la droga. Le due ragazze sono state condotte in Questura e trattenute con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio.

LA NORMATIVA

Secondo la legge Fini/Giovanardi (in vigore in Italia dal 2006) la quantità massima di sostanze stupefacenti detenibile per uso personale è di mezzo grammo per la cannabis, 750 milligrammi per cocaina, un quarto di grammo per l’eroina, 750 milligrammi di ecstasy, 500 di amfetamina e 150 di Lsd. Il calcolo dovrebbe essere condotto, inoltre, sul principio attivo della sostanza ovvero sulla “qualità” della droga in questione che deve essere verificata tramite esame chimico in laboratorio.

Matilde Cristofoli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.