Neve a Roma: polemica tra Alemanno e il capo della Protezione Civile

Home»Roma»Politica»Neve a Roma: polemica tra Alemanno e il capo della Protezione Civile

ROMA, 4 Febbraio – Se su Roma, come per altre città d’Italia in questi giorni, è calato il gelo, si è invece surriscaldata la situazione tra il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. Tra i due è nato un botta e risposta sulle presunte responsabilità per la cattiva gestione della nevicata record che ieri si è abbattuta sulla Capitale.

Gianni Alemanno, intervenuto al programma televisivo Omnibus, ha chiesto che venga istituita una commissione d’inchiesta perché sostiene che non ci sia un servizio di previsioni adeguato. Il sindaco di Roma ha, infatti, fatto sapere che le previsioni meteo diramate per ieri non erano corrette e che il bollettino prevedeva la caduta di 35 millimetri di neve che sarebbero diventati 10-15 centimetri nella serata. «Ogni volta sappiamo in ritardo e male le situazioni e le fronteggiamo soltanto con le nostre forze. Da venerdì pomeriggio stiamo cercando di rimediare solo con le nostre forze» e ha poi aggiunto «Mi hanno anche preso in giro perché avevo deciso di chiudere le scuole anche se le previsioni di rischio erano molto modeste. E mi sono esposto alle critiche per il bene di Roma».

Pronta è arrivata la risposta del Capo della Protezione Civile. Gabrielli ha precisato che «Il sindaco di Roma aveva pienamente compreso la gravità della situazione» e che lui stesso aveva partecipato al Comitato Operativo tenutosi giovedì sera, allargato per l’occasione a Roma Capitale. Gabrielli quindi si è detto fiducioso per la Commissione d’inchiesta e anzi ha rilanciato sostenendo che il sistema anti-neve di Roma è inadeguato.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.