Tragedia sfiorata a Civitavecchia: una nave della Tirrenia urta contro la banchina

Home»Roma»Cronaca»Tragedia sfiorata a Civitavecchia: una nave della Tirrenia urta contro la banchina

CIVITAVECCHIA, 4 Febbraio – Una nuova tragedia in mare si è sfiorata ieri sera a Civitavecchia. Per fortuna questa volta tutto si è concluso solo con tanta paura per i passeggeri della nave Sharden della compagnia Tirrenia che partita da Civitavecchia era diretta a Olbia.

La Sharden era partita alle 22.30 dal porto di Civitavecchia e dopo soli tre quarti d’ora un boato ha scosso la tranquillità degli oltre 300 passeggeri, il cui pensiero inevitabilmente è tornato indietro di qualche settimana e si è riaffacciato l’incubo della tragedia della Costa Concordia arenatasi all’Isola del Giglio. La nave ha urtato contro un dente della diga foranea del porto, all’altezza del fanale verde. Nell’urto, la nave ha riportato uno squarcio di circa 30 metri al di sopra della linea di galleggiamento. Il pronto intervento della Guardia Costiera ha permesso di mettere in salvo i passeggeri e si è evitato il peggio. La nave è stata, infatti, riportata nel porto con l’aiuto di due rimorchiatori. I passeggeri sono stati fatti scendere e sono stati fatti salire su altre due navi. I circa 50 passeggeri senza mezzi a seguito sono stati imbarcati all’alba sullo Shintu, un’altra nave della stessa compagnia, mentre gli altri saranno imbarcati sulla Nomentana, che partirà non appena le auto saranno scaricate dalla Sharden e caricate a bordo dell’altro traghetto.

Ancora si devono accertare le cause dell’incidente, ma molto probabilmente è stato causato dalle avverse condizioni del tempo. Sembra infatti che al momento dell’urto ci fossero raffiche di vento che superavano i trenta nodi.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.