Roma: maxi indagine sui “money transfer”

Home»Roma»Cronaca»Roma: maxi indagine sui “money transfer”

ROMA, 1 Febbraio – E’ in corso in queste ore una maxi operazione da parte delle fiamme gialle della Guardia di Finanza ed agenti della Questura di Roma per la prevenzione e la repressione del riciclaggio di proventi illeciti dell’immigrazione clandestina e lavoro sommerso.

Gli agenti stanno passando a setaccio tutti i “Money Tranfer” del centro storico di Roma, in particolar modo quelli presenti nel Quartiere Esquilino gestiti per lo più da Cinesi, Filippini, Cingalesi e Pakistani, che gestiscono centri che si occupano di invio di denaro all’estero.

L’operazione, decisa dal Questore di Roma Francesco Tagliente e dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Ignazio Gibilaro, viene svolta in forma congiunta dal personale del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma e del Commissariato Esquilino, con il supporto anche di Baschi Verdi delle Fiamme Gialle e del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia.

In numeri le agenzie di Money Transfer a Roma

Negli ultimi anni in Italia le agenzie di Money Transfer sono passate da 687 nel 2002 a 34mila nel 2010. Solo nel 2009 sono stati convogliati verso la Cina 5,3 miliardi di euro. Questo sistema, come afferma il Generale Di Paolo, offre la garanzia di operare anche in  paesi dove non esiste affatto una legislazione antiriciclaggio.

Stefano Roselli

+Roma: rapina a mano armata nel centro storico

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.