Elisuperficie chiuse nel Lazio, il PD contro la Polverini

Home»Roma»Politica»Elisuperficie chiuse nel Lazio, il PD contro la Polverini

ROMA, 31 Gennaio Problematica Elisuperficie ancora in atto a Latina e Viterbo, dopo  il caso del San Camillo di Roma. Sono i consiglieri regionali del Partito Democratico Giuseppe Parroncini e Claudio Moscardelli a ribadire e a tuonare sulla questione considerando  la chiusura della piazzola di atterraggio delle eliambulanze dell’ospedale San Camillo sconsiderata e dannosa per la città capitolina e per tutto il complesso pontino dato che è l’unica piazzola della macroarea 3, che comprende appunto anche la ASL di Latina. Moscardelli: “Oggi scopriamo che in caso di massima urgenza, l’elicottero preleva il malato a Latina e provincia ma non è in grado di atterrare nell’ospedale di riferimento. E’ un’altra tegola per Latina e provincia; mentre dell’elisuperficie del ‘Fiorini’ di Terracina, annunciata dalla Polverini più di un anno fa, si è persa ogni traccia”.

Non certo migliore la situazione a Viterbo e a tal proposito Parroncini inveisce contro le parole date in precedenza dalla Polverini in merito alla possibile creazione di una piazzola per le eliambulanze presso Acquapendente: Secondo la Polverini ambulanze ed elicotteri avrebbero invaso strade e cieli. Ad Acquapendente ci sarebbe stato l’adeguamento e la messa a norma della piazzola di elisoccorso. Non se ne è più saputo nulla, nonostante le promesse della Polverini. Oggi però si viene a scoprire che addirittura quelle che ci sono rimangono inutilizzate a causa di gravissimi errori amministrativi e politici”.

Simone Giordanella

+ Frosinone: lite tra vicini. Vittima una sessantenne

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.