Aggressione a Tor Pignattara: fermato 16enne romano

Home»Roma»Cronaca»Aggressione a Tor Pignattara: fermato 16enne romano

ROMA, 23 Gennaio – Una nuova aggressione a Tor Pignattara. Questa volta sono stati 3 bengalesi. Uno dei tre uomini, Mojibor Rahman, da quanto ricostruito,  si sarebbe rifiutato di dare una sigaretta a tre ragazzi. L’uomo è stato picchiato selvaggiamente. In sue difesa sono intervenuti due parenti, Arob Ali e Robiul Molla entrambi di 24 anni. Feriti entrambi con un coltello, sono stati ricoverati in ospedale. Il fatto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato.

A due settimane dall’atroce delitto nel quale hanno perso la vita il commerciante cinese Zeng Zhou e sua figlia Joy di 9 mesi, il popolare quartiere del Pigneto è dinuovo spesso scenario di violenza.  La comunità ora chiede a gran voce sicurezza e maggiori controlli. “Noi della comunità degli immigrati residenti nel quartiere denunciamo la mancanza di sicurezza e di protezione da parte delle forze dell’ordine” è quanto afferma il portavoce della Comunità Bangladesh di Roma” Le strade sono piene di delinquenti, teppisti e criminali. Siamo sempre noi, gli immigrati, a essere aggrediti. Tor Pignattara è stanca di subire queste violenze”.

La replica del Campidoglio non si è fatta attendere:  “Il comunicato fatto oggi dall’arma dei carabinieri dimostra quanto impegno viene profuso dalle forze dell’ordine, soprattutto nella zona di Tor Pignattara. Ci sono stati 84 arresti soltanto nelle ultime 48 ore. Questo dimostra che lo sforzo di controllo del territorio è notevole, quindi da questo punto di vista dei passi avanti importanti sono stati fatti. Questo episodio va valutato attentamente. Ma non va enfatizzato”. 

Il responsabile dell’aggressione è stato fermato. Si tratta di un 16enne romano, già noto alle forze dell’ordine perché si è reso protagonista di un fatto simile lo scorso aprile, che rischia una condanna per tentato omicidio.

Valentina Ferrari

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.