Trovato nel Tevere il corpo senza vita di Laura Baglioni, era sparita dal Sant'Eugeniol

Home»Roma»Cronaca»Trovato nel Tevere il corpo senza vita di Laura Baglioni, era sparita dal Sant’Eugeniol

ROMA, 21 Gennaio – Identificato il cadavere trovato nel fiume Tevere ieri 20 Gennaio in tarda mattinata, che, secondo gli stessi genitori, apparterrebbe proprio a Laura Baglioni, la 32enne scomparsa lo scorso 12 Dicembre dall’ospedale Sant’Eugenio, dove era stata ricoverata per problemi psichici.

Il corpo senza vita della donna è stato rinvenuto intorno alle 13 di ieri nei pressi di Ponte Marconi dalla squadra della polizia fluviale della Questura, incaricata di effettuare controlli sul fondale del Tevere. A seguito del ritrovamento sarebbe intervenuta la polizia scientifica ed alcuni sommozzatori che una volta recuperato il cadavere, l’avrebbero successivamente trasportato all’Istituto di Medicina Legale per l’autopsia, dove sono stati gli stessi genitori della vittima a confermare l’identità della salma. Poche le parole del padre di Laura, Alessandro Baglioni, riguardo la vicenda, per il cui definitivo epilogo si dovranno attendere i risultati dell’autopsia che faranno probabilmente luce sulle ultime ore di vita della giovane.

La triste storia di Laura Baglioni è iniziata il 12 Dicembre scorso con la sua scomparsa dal reparto di psichiatria dell’ospedale Sant’Eugenio, dove era in cura per problemi mentali. Immediato l’intervento della Direzione sanitaria dell’ospedale che ha accusato il primario del reparto dell’accaduto, sospendendolo dalle sue funzioni. Dieci giorni dopo, il 22 Dicembre, l’avvistamento della donna presso Ponte Marconi aveva riacceso la speranza dei genitori, che dopo la scomparsa della figlia  avevano anche partecipato al programma “Chi l’ha visto”, lanciando un disperato appello. Secondo le informazioni fornite dal 118 dell’Ares, sarebbe stato un passante a soccorrere Laura Baglioni a seguito di un malore, richiedendo l’intervento di un’ambulanza, a seguito ritirato dallo stesso per la fuga inaspettata della ragazza. Dopo quell’episodio, non sono giunte altre notizie sulla donna fino al tragico ritrovamento di ieri, che si spera chiarisca le ultime settimane di vita di Laura e la causa della sua prematura morte.

Chiara Cavaterra

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.