Pestaggio Stefano Gugliotta: 9 poliziotti rischiano il rinvio a giudizio

Home»Roma»Cronaca»Pestaggio Stefano Gugliotta: 9 poliziotti rischiano il rinvio a giudizio

ROMA, 20 GennaioRischiano il rinvio a giudizio per lesioni gravi 9 agenti di polizia accusati di aver duramente percosso, procurandogli lesioni permanenti, il 26enne Stefano Gugliotta, scambiato per un partecipante agli incidenti avvenuti nel corso della finale di Coppa Italia, il 5 maggio del 2010, all’Olimpico di Roma. Un incontro al quale il giovane non andò, dovendo partecipare alla festa di un cugino. Dopo le percosse Gugliotta, in seguito prosciolto, fu anche arrestato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

La vicenda ha dell’incredibile dal momento che Gugliotta era completamente estraneo ai disordini avvenuti allo stadio: come sottolinea il pubblico ministero Francesco Polino – che ha chiesto il rinvio a giudizio – l’aggressione avvenne in viale Pinturicchio (lontano dall’Olimpico) mentre il ragazzo era in attesa di un amico sotto casa.

Secondo il capo d’imputazione gli agenti, tutti appartenenti al reparto mobile della polizia –  Leonardo Mascia, Guido Faggiani, Andrea Serrao, Roberto Marinelli, Andrea Cramerotti, Fabrizio Cola, Leonardo Vinelli, Rossano Bagialemani e Michele Costanzo – agendo con abuso di potere e violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione, provocarono a Gugliotta uno sfregio permanente del volto, con gravi lesioni alla mandibola, la rottura di un dente e lesioni. Secondo l’accusa il ragazzo venne colpito “con calci, pugni e manganellate, una delle quali gli fece perdere i sensi”.

Costanza Ferruzzi                                                                                    

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.